Norda – Tutto quello che ti serve è una sola scarpa

Every trail. Every summit. Every cold, dark, windy morning.

Dopo una breve divagazione su Cose Preziose Ma Incredibilmente Accessibili, torniamo finalmente (?) a parlare di Cose Preziose Che Non Mi Posso Permettere.

Norda per ora produce una sola scarpa – la norda 001 – e la vende alla modica cifra di 283 dollari, circa 260 euro. In realtà per come è nato il progetto non credo possa mai diventare un brand con molti prodotti, anzi immagino che continueranno a vendere una sola scarpa (nel senso di un paio, non preoccuparti).

Questo perché la filosofia di norda sulla carta è molto semplice: facciamo un solo prodotto, con la migliore cura e i migliori materiali possibili. Costa parecchio, ma è fatto per durare molto e – in un settore in cui per forza di cose i materiali sono ancora di derivazione plastica – la durabilità è forse la cosa che più si avvicina alla sostenibilità.

We couldn’t find a trail shoe that was tough enough, light enough or fast enough to take us where we wanted to go. So we created it.

La tomaia è costituita da un unico foglio in Dyneema – una fibra estremamente resistente e leggera, sulla carta la più resistente al mondo – tagliato a laser, senza alcuna cucitura interna. Nello specifico si tratta di bio-based Dyneema, che dovrebbe ridurre del 90% l’impronta ambientale in fase di produzione. Il medesimo materiale è utilizzato per i lacci (in tutta onestà non mi è mai capitato di strappare dei lacci di scarpe da trail, ma in questo caso azzeriamo le probabilità). Suola e intersuola sono sviluppate in collaborazione con Vibram: la prima ha un disegno della tassellatura originale norda pensato specificamente per il terreni del Québec, la seconda garantisce un’ottima ammortizzazione sulle lunghe distanze senza peccare in reattività per i trail più brevi e veloci. Le cuciture sono ridotte al minimo indispensabile e sono tutte fatte a mano.

Inspired by Canada’s toughest conditions.

Tutta la scarpa nasce e si sviluppa attorno al clima e alle condizioni meteo canadesi, sicuramente non tra le più gentili del pianeta. In effetti l’intero progetto nasce dalla necessità di realizzare una scarpa che soddisfacesse al 100% le esigenze di chi l’ha creata: quando non riesci a trovare nessun prodotto che faccia al caso tuo, perché non immaginarne uno nuovo?

Dal punto di vista del concept, della vision della mission trovo molti punti di contatto con il progetto Speedland; ma in questo caso mi sembra che l’approccio sia molto più ragionato e abbia davanti un futuro. E poi non mi pare il caso di tralasciare il fatto che la Speedland SL:HSV sia inguardabile, mentre la norda 001 è bellissima.

Dici poco?

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.