Mantenere i buoni propositi

Il Blue Monday è non solo il giorno più triste dell’anno ma anche quello in cui ti accorgi che ha già fallito a tenere i tuoi buoni propositi per l’anno nuovo. Come recuperare?

Tempo di lettura: 2 minutiAscolta “S02E16: Mantenere i buoni propositi” su Spreaker.

Il “Blue Monday” è uno dei concetti più tristi che abbiamo mai sentito: identificato dallo psicologo dell’Università di Cardiff Cliff Arnall nel 3° lunedì del mese di gennaio di ogni anno, è il giorno della tristezza per chi vive nell’emisfero boreale (cioè me, te, essi – a parte quelli che stanno in quello australe, insomma). Secondo altri studi è anche il giorno dell’anno in cui, statisticamente, si registrano più divorzi.
La cosa sa un po’ di trovata pubblicitaria e il suo fondamento scientifico sembra essere molto poco scientifico ma funziona molto bene per parlarne all’aperitivo o in un podcast, anche per un altro motivo: non sarà mica che il giorno più triste dell’anno è a gennaio per un motivo molto semplice? Il terzo lunedì del mese ti dice qualcosa? Le vacanze sono finite, è lunedì, magari c’è brutto tempo e soprattutto… stai iniziando ad ammettere che i buoni propositi che hai fatto il primo giorno dell’anno sono già andati a farsi benedire. Cioè, è appena iniziato l’anno e stai già fallendo? È un ottimo motivo per deprimersi, sono d’accordo con te.

Falla semplice

I buoni proposito sono dei desideri, sono dei “vorrei essere così, vorrei dare questa direzione alla mia vita”. Ce ne sono di tanti tipi e difficoltà e nella puntata li analizziamo categoria per categoria ma ora accetta un consiglio: se hai compilato una lista intera di buoni propositi sei già partito con il piede sbagliato. I buoni propositi non devono mai essere più di uno e nemmeno meno di due. Chiaro quanti devono essere, no?
E ora vuoi sapere quali sono i nostri e come mantenere i tuoi? Ascoltaci ;)

Hai già spedito la tua Lovers Mail?

Nelle scorse settimane abbiamo lanciato la seconda stagione di Lovers Mail. Partecipa e racconta la tua storia nel nostro podcast Fuorisoglia: ti basta solo scriverla e spedirla a info@runlovers.it.
È facilissimo e una volta al mese raccoglieremo le migliori e le leggeremo e commenteremo durante una puntata speciale. Non ci interessano le cronache delle gare ma il flusso di pensieri e le riflessioni che ci accompagnano quando, un passo dopo l’altro, corriamo.

Cosa aspetti a mandarcela?.

Ascoltaci

Puoi sentire la puntata subito usando il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast (le trovi tutte qui) e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà una nuova puntata.

Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori o di condividere la puntata sui tuoi canali social!

(Cover photo by Christopher Rusev on Unsplash)

Avatar
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.