Il running ai tempi del coronavirus

Correre fuori casa è ancora - sostanzialmente - impossibile o almeno difficile. Come l'abbiamo presa? Quali scenari per il futuro?

Tempi estremi richiedono misure estreme. Quante volte ce lo siamo sentiti dire in queste settimane? Un’altra frase che abbiamo sentito spesso è che le condizioni estreme portano all’estremo le persone, rivelando i lati più spiccati del loro carattere. Quelli belli e, purtroppo, anche quelli brutti.

Da settimane non corriamo e continuiamo a dire di non farlo. Anche perché la legge (temporaneamente) lo impedisce e per altri due motivi altrettanto importanti: per solidarietà nei confronti di chi non può farlo e perché intendiamo la corsa come un’espressione bellissima di libertà e farlo entro 200 metri da casa o sul tetto di un palazzo o in terrazza o sfuggendo ai carabinieri in spiaggia – se ne sono viste di ogni in questi giorni – non è divertente e non c’entra niente con la corsa. O almeno per come la intendiamo noi.

In questa puntata di Fuorisoglia parliamo di come hanno reagito i diversi runner: chi istericamente, chi rinunciando del tutto a farlo (tenendo o meno il broncio), chi continuando a farlo ma su tapis roulant, chi non rinunciando all’esercizio fisico ma cambiandone il tipo.

Un cenno finale non può mancare e riguarda come cambierà la corsa nei prossimi mesi: è di certo ancora presto per averne un’idea precisa ma è sicuro che ci vorrà molto tempo per tornare a correre con la spensieratezza con cui lo facevamo fino a qualche settimana fa.

Darwin ci viene incontro per l’ennesima volta: la creatura che sopravvive non è la più forte ma quella che meglio si adatta al cambiamento delle condizioni ambientali. L’esempio è un po’ estremo ma descrive bene la situazione in cui siamo: un passaggio epocale per la storia dell’uomo e, in misura molto minore, importante anche per il mondo del running.

Niente sarà più come prima, almeno nell’immediato futuro. Come sarà e come ci adatteremo dipende però solo da noi stessi.

Ascoltaci

Puoi sentire la puntata subito usando il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast (le trovi tutte qui) e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà una nuova puntata.

Buon ascolto!

Ascolta “Speciale CoViD: Il running ai tempi del Coronavirus” su Spreaker.

Come ascoltare Fuorisoglia?

Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori – che ci piacciono tanto.

 

[irp]

(Photo by Maryna Yazbeck on Unsplash)

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.