Brooks Transcend 6, l’ABC della scarpa da running

Brooks ha sempre cercato modi divertenti ed efficaci per comunicare lo spirito che la anima nello studio e nella creazione delle sue scarpe da running. Ricordo una campagna pubblicitaria di qualche anno fa in cui lo Yeti (sì, proprio lui) andava a comprarsi delle scarpe e ascoltava rapito la spiegazione del commesso. Per poi fuggire senza pagare perché non aveva il portafogli.

Anche per il lancio delle nuovissime Transcend 6, Brooks ha trovato una formula comunicativa molto efficace e semplice: ne parla paragonandole all’ABC della scarpa. In questo caso le lettere A, B e C sono le iniziali di tre caratteristiche fondamentali che la scarpa da running deve avere. Ma ti è venuta subito in mente la scuola, no? Anche a me.

E che parole indicano? A come ammortizzazione, B come bilanciamento e C come comfort. Vediamo come e perché.

A come Ammortizzazione

Anche sulle Transcend 6 viene confermato il sistema dell’intersuola DNA LOFT, che garantisce un’ammortizzazione più morbida e che si adatta alla falcata, al peso e alla velocità di tutti i runner. Risultato: corsa naturale, reattiva e incredibilmente comoda.

B come Bilanciamento

GuideRails è una novità per Brooks ed è stato impiegato per la prima volta nelle Adrenaline GTS 19: si tratta di un  sistema di supporto “intelligente” e “full-body”. Intelligente perché si attiva soltanto nel momento in cui serve e Full-body perché protegge non solo il piede del runner ma tutto il corpo, perché la sua azione si trasmette inevitabilmente anche alle articolazioni.
GuideRails riduce infatti l’eccessiva rotazione del tallone e della tibia ma conserva la naturale libertà di movimento delle ginocchia, bilanciando così tutto il corpo.

LEGGI ANCHE:
Wilson Kipsang: DUE ORE, TRE MINUTI e VENTITRE SECONDI

C come Comfort

La calzata è morbida, come la soletta interna in Ortholite® e la tomaia in mesh in doppio Jacquard progettata per garantire la massima traspirazione ed elasticità in modo da dilatarsi in base al ritmo della falcata.

Una scarpa democratica

Mi capita spesso di dire che le Brooks sono scarpe democratiche: molti iniziano a correre con questo brand, tanti continuano e se ne affezionano. Il motivo è semplice: le Brooks sono scarpe che si adattano a diversi tipi di runner. Neutri, moderati o bisognosi di un supporto costante trovano nelle Transcend 6 una risposta. Si tratta infatti, nelle parole di Brooks (ma la proveremo molto presto), di una scarpa indicata per i runner che prediligono una corsa stabile e confortevole, a prescindere dal tipo di appoggio e dalle distanze che percorrono.

Le Brooks Transcend 6 sono disponibili nei negozi specializzati e sul sito Brooks e costano 170 euro.

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.