Smettere di fumare correndo

Ogni tanto mi capita di parlare di come abbia smesso di fumare.

Ero una fumatrice forte, da un pacchetto e mezzo al giorno. Dal 2006 a oggi la domanda più comune è stata: hai letto il libro? Sì, ho letto il libro e mi ha convinta. Ripeto, però, che senza una ragione forte e altrettanta motivazione, dopo quella lettura non si smette di fumare. Non c’entra molto con la corsa, vero?

L’altra sera Andrea mi ha chiesto con che cosa abbia sostituito il fumo. Avevo già provato a smettere di fumare e sapevo bene di dover tenere a bada la fame nervosa. Questa volta ho viziato il mio corpo, non il mio stomaco, con una dosa extra di creme per il corpo, olii da massaggio, profumi. Ma creme e cosmesi non hanno avuto un grande richiamo su Andrea.

“Sì, va beh. E poi?”.
Ci ho pensato bene e gli ho risposto: “Beh, mi sono messa a correre”.
“A correre? (Sei passata da divano-sigaretta, oppure da salotto-sigaretta-bicchiere di vino, a fare quella fatica lì?). Cioè?”

Non l’ho mica convinto. Ci voleva una spiegazione migliore.

Sai quella sensazione di tensione che precede la voglia di fumare una sigaretta? Sì, la conosci. Ne accendi una e dopo poco ti senti disteso. Per quanto? 15 secondi?  Al 16” può succedere che comincino le note lamentele: “dovrei smettere di fumare… oh, guarda che panza, ma se smetto ingrasso. Proverò a ridurre il numero di sigarette”. E via con le scuse.

LEGGI ANCHE:
Il grande Bau Bau

Dunque?

La scarica di adrenalina che provo correndo è molto simile a quell’eccitazione/distensione che mi dava il fumo. Ma meglio, molto meglio.

“E la fatica?”

Faccio quella “fatica” – alzarmi da dove sono seduta o trovare un po’ di tempo, anche poco basta – perché in termini di euforia e sensazione di benessere (anche se correre implica uno sforzo e una forza di volontà un po’ più grande dell’accendersi una sigaretta), la ricompensa è molto più grande.

Non starò qui a raccontarti quanto è bello smettere di tossire a partire dal primo giorno… fin da subito avuto un po’ più di fiato rispetto a quello cui mi ero abituata e che pensavo di avere (niente). Con questo “nuovo fiato” che ti regala smettere di fumare anche solo per una settimana, quei 15 secondi di distensione che ti dava la sigaretta, si potrebbero trasformare – correndo! – in lunghi, saporiti minuti di estasi, merito della serotonina.

Dire al tuo amico: “ho smesso di fumare, corro” non ha prezzo.

Parola di:

La critica

Quanto ci vuole per sperimentare tutto ciò?

Dal divano alla corsa moderata ho impiegato, come una lumachina, tra le 3 e le 6 settimane. Per quel click che scatta, a me è bastato riuscire a correre più o meno 15 minuti, più o meno di fila (che, lo ammetto, mi sembravano eterni e impossibili).

LEGGI ANCHE:
La differenza tra stanchezza e pigrizia

A patto di:

1) d’inverno e d’estate, riscaldarsi prima sempre, almeno 5/7 minuti
2) durante: parlare o canticchiare, per controllare se quella è l’andatura della corsa è giusta per te

Risultato: in un mese circa di leggero allenamento puoi arrivare a correre per 30 minuti di fila senza problemi.

Prima di cominciare, i consigli di BIG non li avevo letti, ma voi fatelo. Dai.

(Photo credits: ©iStockphoto.com/Bliznetsov)

15 COMMENTI

  1. ciao ragazzi di runlovers volevo portare alla vostra attenzione questa iniziativa dei gestori di runkeeper http://118forboston.com/

    e’ una raccolta di miglia per la maratona di boston. mi pare una bella iniziativa… pensateci

    ciao
    guglielmo

  2. Sembra la mia storia… Ho smesso di fumare nel luglio del 2014 e ora, a poco più di 6 mesi di distanza ho perso 8kg… e corro fino 50km a settimana. Fumare non mi manca per niente. :)

  3. Nel gennaio 2011 ho smesso di fumare
    Nello stesso momento ho iniziato a correre è devo dire che ad oggi il fumo non mi manca
    Ho 52 anni e faccio dalle 2/3 uscite settimanali
    Per un totale di 40/45 km.
    Se ce lo fatta io ce la possono fare tutti
    Buone corse
    Sebastiano

  4. Ho fumato per 23 anni, praticando nel frattempo Ju-jitsu e poi corsa e pesi; nel 2000 una mattina mi alzo e ho deciso di smettere, senza pianificare niente, senza progetti, solo “basta”.
    Oggi, a 55 anni e 16 dopo quel giorno ancora maledico tutto quel tempo buttato, bruciato (e pure i soldi, perché no), spero sempre che non si manifesti alcuna conseguenza per tutto il catrame ingoiato e continuo a correre e ad andare in palestra; voglia? Ogni tanto sogno di ricascarci e se devo dirla tutta, anche a 16 anni di distanza, dopo una cena di quelle li…beh, con un buon rum o un whisky torbato un buon sigaro ci starebbe bene ma non faccio fatica a ricacciare indietro il desiderio, chissà, magari se arrivo a 80 anni mi toglierò lo sfizio.

  5. Ciao io tra due mesi compio 28 anni e intorno ai 16 anni facevo nuoto salvamento poi ho iniziato a fumare marijuana e hashish con amici. Poi sempre di piu e piu diventando la regola quando si stava insieme, anche perché fumavano veramente tutti quanti, un po come i giovani di oggi. Poi sono arrivato al punto che fumavo anche da solo. E tra la scuola e poi l’Università ho continuato fino a qualche anno fa che ho deciso di smettere perché avevo perso tutta la mia atleticità, forza ed ero diventato veramente un vegetale e vecchio. Questo settembre è un anno che ho smesso con le sigarette e due con la marijuana e hashish e ora faccio boxing 3 volte a settimana da quasi 5 mesi la mattina e corro 5 volte infatti gli ultimi due mesi ho corso 250km in totale e sono molto soddisfatto e continuerò perché è veramente bello e come hai detto tu è difficile e ci vuole forza di volonta ma dopo un po correndo si sente veramente una sensazione stupenda di benessere e di contatto con la natura, mi aiuta anche a pensare. Ora mi sento molto piu forte e in controllo mi piaccio di piu e devo dire che ho anche un bel fisico che ho sprecato negli anni passati. In effetti spero di non aver buttato troppo tempo dietro al fumo perché comincio veramente a sentirmi vecchio, un’altro dei motivi perché ho deciso di smettere. Comunque la vita è molto meglio senza il fumo, veramente, ora non sopporto nemmeno la gente che fuma, che ipocrita. Comunque viva la corsa e lo sport e grazie per l’articolo e scusa per questo commento cosi lungo spero non aver annoiato nessuno. Ciao!

  6. Non credo di aver fatto cosa piu utile e sensata. Aver smesso di fumare!!
    Corro 4 volte alla settimana (40/60min)
    nuoto 3 (60min)
    Manca solo lei……. LA BICI!!!!

  7. Le motivazioni che mi hanno spinto a smettere di fumare e riprendere l’attività sportiva(in questo caso running) dopo 14 anni di pausa post/ infortunio sono simili a molte di quelle che leggo nell’articolo e nei commenti..
    Il bello però è che a distanza di 2 anni mi sento di confermare anche quelle sensazioni,il senso di libertà e di confronto con noi stessi che la corsa ti regala…
    Una conferma anche i vostri articoli,scritti con parole semplici e nei quali mi riconosco spesso,perché se è vero che le emozioni non si possono descrivere completamente ogni volta che vi leggo ci andate vicino.

  8. Dopo quasi 30 anni ho deciso di smettere di fumare circa 9 mesi fa, questa mia decisione è coincisa con il mio rientro lavorativo dalla corsia di un ospedale al mio amato 118. Appena smesso ho preso nei primi 3 mesi circa 12 kg poi mi sono imbattuta nella guida di Big ed ho iniziato molto timidamente il mio approccio alla corsa, associandovi anche un adeguato regime alimentare sono riuscita a perdere circa 18 kg in 6 mesi , ora corro circa 1h tutti i giorni e la mia vita è completamente cambiata.. il mio lavoro ci ha guadagnato per che affronto ogni evento con la grinta ed il fiato di una giovincella, e mi sto preparando per correre la mia prima 10 km fra un mesetto circa… sono felice, ed è vero basta una buona dose di volontà e tanto “amor proprio”, e se c’è l’ho fatta io tutti possono farcela … e ricordate: ” no pain no gain”. E buona corsa a tutti.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.