Home Correre

Correre

Correre

Home Correre

L’insostenibile leggerezza del runner

Sì, è un articolo che parla di corsa. E soprattutto di quei runner che corrono con serietà e impegno ma senza seguire le istruzioni. Questo è un post che parla degli errori che più spesso facciamo (e che non vogliamo ripetere).

Da che treadmill viene la predica

C'è una bella differenza fra correre 10k in palestra, a temperatura controllata e guardando MTV e correrli fuori, con la pioggia e le macchine che vogliono travolgerti. Ma non siamo eroi: siamo solo highlander.

È quasi il momento di accelerare

Nella corsa, prepararsi ad aumentare la velocità è importante quasi quanto l'accelerazione. Ecco alcuni consigli per farlo gradualmente e - come sempre - divertendosi.

Le tre P da seguire per correre con la pioggia

Arriva la pioggia e iniziano dubbi e alibi sulla corsa bagnata (che, notoriamente, sarà anche fortunata). Ecco tre regole semplici su come affrontare il cattivo tempo ed essere un runner felice.

Si corre su una sola gamba (alla volta)

I piedi, correndo, non toccano mai terra contemporaneamente. Quindi la corsa può essere vista come una sequenza di continui equilibrismi su un piede solo, alla volta. Quindi perché non esercitarsi per migliorare questo equilibrio?

In medio cushioning stat virtus

Il dibattito fra come si corre e con quale scarpa è meglio farlo è sempre più acceso da qualche anno a questa parte. Correre di avampiede o di tallone? Quale impostazione è più o meno dispendiosa dal punto di vista energetico?

Plantari sì, plantari no?

Yarno Celeghin - fisioterapista della Nazionale Italiana Rugby, responsabile dei fisioterapisti della Rugby Rovigo Delta e runlover da sempre - ci parla dei plantari, il loro uso nel running e in ogni sport che richieda la corsa.

Elogio della lentezza

Quando sei abituato a lavorare duramente per mesi con l'obiettivo di limare anche solo di qualche secondo il tuo personale, quale che sia la...

Correre di mattina

Probabilmente non sapete che anche gli eroi usano dei trucchi, a volte banali, a volte semplici da imitare. Gli eroi che corrono di mattina!

Il Fartlek

Il fartlek è una tecnica di allenamento che risale ad anni or sono, quando i “pionieri del running” svedesi lo macinavano alla grande nei loro sperduti boschi. Ma non spaventatevi: lo possiamo usare anche per strada, ovunque.

Il coach

Oggi vorrei parlarvi del Coach! No, non mi riferisco a me stesso, ci mancherebbe, ma della figura del Coach: l’”ombra dell’atleta”. Prendo spunto da queste...

Tai Chi Run e la consapevolezza del movimento

Penso che chiunque, più o meno, abbia passato le diverse fasi della maturazione nel proprio percorso di crescita come runner. La prima, quella della "beata...

SEMPRE CON TE

80,777FanLike
26,974FollowersFollow
15,479FollowersFollow
7,775IscrittiIscriviti

GLI ARTICOLI PIÙ RECENTI

SHOE OF THE WEEK

Brooks Glycerin 17: ascolta le sirene

Mostruosamente morbide e confortevoli ma non lasciarti ingannare: il fatto che siano un piacere da indossare non significa che non siano reattive, anzi

SCELTI DALLA REDAZIONE

Migliorare nella corsa senza correre

Dove eri rimasto? Come puoi migliorarti dedicandoti ad aspetti che spesso non conosci o che reputi secondari? Ti avevo suggerito di curare la corretta tecnica,...