Home Autori Posts by Martino Pietropoli

Martino Pietropoli

906 ARTICOLI 474 COMMENTI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Verso la Corsa Naturale

Il Barefoot Running o Corsa Naturale si è affermata nel panorama del running in tempi relativamente recenti.

Vibram FiveFingers Speed

Le Vibram FiveFingers Speed sono delle scarpe da Barefoot Running con chiusura a lacci, ideali per la corsa, ma che possono essere indossate anche nella vita quotidiana.

Correre con gli indiani Tarahumara

Un giorno Chistopher McDougall si chiese perché l'affermarsi negli ultimi decenni delle scarpe da corsa performanti e ammortizzate fosse coinciso con l'aumento esponenziale degli infortuni dei runners.

Prova Brooks Ghost 4

Le Brooks Ghost 4 sono delle scarpe per appoggio neutro (A3), molto confortevoli, ma estremamente reattive alle variazioni di velocità e quindi di carico.

Runtastic

Runtastic è sicuramente una delle app per la corsa più complete disponibili sul mercato mobile e per quasi tutte le piattaforme (iPhone, Blackberry, Android e Windows Phone).

SEMPRE CON TE

77,577FanLike
26,974FollowersFollow
15,284FollowersFollow
7,109IscrittiIscriviti

GLI ARTICOLI PIÙ RECENTI

SHOE OF THE WEEK

New Balance 880 v8, la recensione

Tanta strada e tanta affidabilità. Le New Balance 880 v8 sono questo e molto altro, con una sorpresa inaspettata.

SCELTI DALLA REDAZIONE

Garmin Running Academy

Cinque appuntamenti per vivere l'esperienza di correre con Stefano Baldini e testare i prodotti Garmin, per incontrarsi, ottenere il massimo dalla nostra corsa e dal dispositivo che portiamo al polso.