Tree Flyers: le prime vere scarpe da running di Allbirds sono arrivate

Può esistere una scarpa da running a impatto ambientale quasi nullo? Certo, e Allbirds vuole dimostrarlo

Confesso di aver seguito sempre con interesse l’evoluzione di Allbirds, il brand australiano che sin dalla sua fondazione è devoto alla conservazione dell’ambiente. Lo conobbi anni fa quando sentii un’intervista a uno dei suoi fondatori in un podcast. Mi rimase impresso che le prime scarpe che fecero – e che sono ancora a catalogo – fossero di lana. E giuravano che la lana non facesse poi tutto questo caldo e che ci si stava bene in ogni stagione, pure meglio che con quelle sintetiche.

Perché fare delle scarpe di lana? Perché sono sostenibili e pure più “efficienti” e comode – nel senso che fanno meglio traspirare il piede – di altri modelli sintetici. La missione di Allbirds era decisamente interessante: era come se volessero produrre qualcosa senza far rumore, portando rispetto per la natura, in primo luogo.

Una naturale evoluzione, nel segno della natura

Ricordo anche che le sneaker che facevano erano così sportive che mi domandavo quando avrebbero fatto un modello destinato alla corsa o a qualche sport. Qualcosa in questo senso hanno fatto: le Tree Dasher hanno la vocazione corsaiola, sebbene il loro profilo contenuto e la quantità di mescola nell’intersuola dimostrino che la loro natura è più da distanze brevi, a occhio 10 o massimo 15 chilometri. E alla fine è arrivata la vera prima scarpa da running di Allbirds: si chiama Tree Flyers e promette di farti percorrere distanze molto più lunghe.

Una scarpa tutta nuova

Le Tree Flyers hanno decisamente il design di una scarpa da running, ma per molti versi sono un caso unico nel panorama.
Tutto in loro è pensato per essere riciclabile, riciclato o naturale, e per avere una carbon fooprint minima (9.92kg CO2, e del resto Allbirds punta in tempi relativamente brevi a essere a impatto zero).

La tomaia è una fibra vegetale ricavata dall’eucalipto. L’intersuola in SwiftFoam è la più leggera e reattiva mai prodotta da Allbirds e soprattutto è composta al 48% da un materiale ricavato dai semi di ricino. Perché sì, molti materiali naturali possono avere eccellenti doti meccaniche ed essere adatti alle scarpe da running.

Ma non è finita: la conchiglia esterna che regge il tallone in posizione è prodotta con gli scarti della lavorazione di SwiftFoam e poi la linea è decisamente interessante, a partire dalla modellazione dell’intesuola “spigolata”, che la fa assomigliare a una Lamborghini. La suola è in gomma naturale.

Una particolare attenzione

Non si può dire che quelli di Allbirds non cerchino di annullare l’impatto della produzione e commercializzazione dei loro prodotti. Lo fanno nello studio e impiego dei materiali e lo fanno soprattutto – almeno sulla carta e finché non potremo provarle – realizzando scarpe che hanno le caratteristiche e le ambizioni di una scarpa da running, ma rispettosa dell’ambiente.
Per dimostrare che, alla fine, ci sono altre strade da percorrere e che c’è un’alternativa.

Puoi acquistare le Allbirds Tree Flyers nello store online a 165€.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.