Nove gare decisamente fuori di testa

Queste gare hanno fatto della filosofia del "Famolo strano" una missione

Chi ha detto che la corsa deve per forza essere una cosa seria? Noi diciamo spesso che correre è soprattutto divertirsi, anche e nonostante lo sforzo che indubbiamente si fa nel frattempo. Però c’è da dire che le gare classiche – dalle 5k fino alle maratone – sono sempre affrontate con serietà e rispetto.

Queste gare invece hanno uno scopo diverso: a volte sono semplicemente delle goliardate, altre volte mettono da parte l’aspetto più competitivo ma per buone cause, tipo raccogliere fondi per chi ne ha bisogno.
Vediamo allora cosa si è inventato l’ingegno umano per divertirsi al massimo, correndo :)

1. Prova a prendere (il formaggio)

Ph Michael Warren

Si chiama Cooper’s Hill Cheese Roll e il nome dice già tutto: si tiene in Gloucestershire, Inghilterra e consiste nel rincorrere una forma di formaggio che viene fatta rotolare giù da una collina. Vediamo se indovini il primo premio… esatto! Il formaggio stesso :)

2. Ti sosterrò (letteralmente)

La North American Wife Carrying Competition si tiene a Bethel, nel Maine. Anche in questo caso il nome è autoesplicativo: si tratta della corsa di trasporto sulle spalle della moglie nordamericana. Hai presente come si portano i bambini sulle spalle? Ecco, immagina di farlo con una adulta e soprattutto di farlo fra acquitrini, fango e ostacoli. Fortunatamente la distanza è di *soli* 250 metri, più che sufficienti per sfiancarsi. Interessanti i premi: il peso della moglie in birra e 5 volte il peso della stessa in contanti (non è specificato di che taglio).

3. (Quasi) nudi al traguardo

Ph Victoria Pickering

La Cupid’s Undie Run è una gara che si tiene in 27 diverse città statunitensi nel fine settimana di San Valentino. Cupido è il suo protettore, quindi avrai capito che ha a che fare con l’amore, ma di un tipo particolare. Come è particolare l’abbigliamento richiesto: solo biancheria intima. L’intento è però nobile: si tratta infatti di una gara di beneficienza per la raccolta fondi per l’Associazione Tumori Infantili.

4. La maratona etilica

Tenendosi nella regione del Bordeaux, la Marathon du Médoc non poteva che essere una gara con un protagonista principale: il vino, appunto. I partecipanti possono infatti berne alle soste presenti ogni miglio, mangiandoci assieme qualche cosa, per evitare di stramazzare in preda ai fumi dell’alcol. Sulla distanza invece non si transige: trattasi di maratona regolare.

5. Non far cadere il ghiaccio

Si dice che David Lee Roth dei Van Halen avesse le migliori intenzioni di correre seriamente ma purtroppo il ghiaccio gli usciva sempre dal bicchiere del cocktail che stava bevendo. Nella Bisbee Ironman Ice Competition in Bisbee in Arizona il ghiaccio lo devi portare a destinazione su per 155 scalini e poi lungo un tratto in piano e infine su una discesa fino al traguardo. Il fatto è che si tratta di un blocco di ghiaccio di quasi 5 kg che si può portare in giro con una pinza. Se non ti piace il ghiaccio c’è sempre un’altra gara nella stessa occasione: la Bisbee 1000 Stair Climb. Senza ghiaccio ma con 1000 scalini da fare.

6. La corsa con l’asino

La Pack Burro Race si tiene durante il festival chiamato Burro Days e se sai che “burro” non c’entra niente con il latticino ma significa “asino” hai già qualche indizio per capire di cosa si tratta. Parliamo di un trail di 30 miglia da fare con il proprio asino, e dicendo “con” non intendiamo che lo devi sfidare ma che te lo devi portare dietro. Unica regola: non puoi cavalcarlo.

7. Uomo contro cavallo

È una gara mitica che, da quando è stata inventata, ha sempre cercato di stabilire chi sia il più forte fra uomo e cavallo, non solo in termini di velocità (facile: vince il cavallo) ma soprattutto di resistenza. Si chiama Man vs. Horse Marathon e agli umani a piedi viene concesso un vantaggio di 15 minuti. Per ora i cavalli hanno vinto nella stragrande maggioranza dei casi :(

8. Riesci a respirare?

La Tenzing-Hillary Everest Marathon si corre in quota sull’Everest, con le condizioni ambientali che puoi immaginare, e cioè carenza di ossigeno, tempo variabile e imprevedibile.

9. La maratona fatta di maratone

È in assoluto la nostra preferita e la più fuori di testa di tutte: è la Barkley Marathons. Sì, hai letto bene: la “s” finale indica che sono più di una maratona, tutte fatte nella stessa competizione ma sempre sullo stesso percorso, prima in un senso e poi nell’altro, per poi invertire ancora la marcia.

Pochissimi partecipanti selezionati personalmente dal mitico e sadico inventore e organizzatore Gary “Lazarus Lake” Cantrell che, in caso di ammissione, informa i candidati con una lettera standard che recita “Siamo spiacenti di informarti che sei stato ammesso alla Barkley Marathons“. Il costo dell’iscrizione però è molto invitante: solo 1,5 dollari.

(Credits immagine principale: Kues on DepositPhotos.com – Via ESPN)

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.