La sicurezza nella corsa

La tecnologia ci aiuta per rendere i nostri allenamenti più sicuri e, di conseguenza, rendere noi più tranquilli in caso di necessità.

La corsa è considerata uno sport sicuro, soprattutto quando viene praticata in contesti dedicati come ciclabili, piste, parchi o luoghi in cui non è consentito il traffico alle auto. Generalmente, infatti, si pensa che la principale minaccia per i runner siano gli automobilisti.
Probabilmente è vero – per i ciclisti lo è sicuramente – ma i pericoli per noi che corriamo possono anche essere altrove e, di sicuro, una particolare attenzione alla sicurezza ci permette di godere di più del nostro momento quotidiano di vacanza in pantaloncini e scarpe da running.

Per parlare di sicurezza, credo sia necessario partire da un distinguo fondamentale: come in ogni contesto, esistono dispositivi di sicurezza attivi e passivi.
I primi servono per prevenire incidenti, i secondi per contenere e limitare i danni. Per farti un esempio automobilistico, in linguaggio semplice, i sistemi ABS ed ESP dell’auto sono dispositivi di sicurezza attivi perché ti aiutano nelle situazioni critiche evitando possibili incidenti; le cinture di sicurezza e l’airbag sono dispositivi passivi perché – a incidente avvenuto e toccando sempre ferro – ti aiutano a non farti male.

Facendo i dovuti scongiuri, anche nella corsa possiamo parlare di dispositivi di questo genere. Ovviamente vanno calati nel nostro contesto perché non credo esisteranno mai delle scarpe con l’ABS. ;)

I dispositivi di sicurezza attivi

In questa categoria, secondo me, i più importanti sono quelli che aumentano la nostra visibilità. Quindi abbigliamento riflettente e luci. All’interno di questo contesto – visto che siamo in Sweat Lab e parliamo di tecnologia – una menzione particolare va fatta al Garmin Fēnix 7X che, con la sua Flashlight (ne abbiamo parlato qui), dà la possibilità di essere visibili sia anteriormente che posteriormente.

I dispositivi di sicurezza passivi

Se per qualche sfortunata casualità ci facessimo male, quali sarebbero i dispositivi più utili?
In totale sincerità, mi viene in mente tutto quello che ci permette di chiedere aiuto, assistenza e segnalare le nostre necessità.

Partiamo dal più semplice: il cellulare. Lo smartphone ci tiene collegati con il mondo ma, mentre ti alleni, non ce l’hai quasi mai a portata di mano e quindi la tecnologia ci viene incontro.
Infatti, nei suoi dispositivi, Garmin offre tre funzionalità estremamente utili per la nostra sicurezza e tranquillità.

LiveTrack
Attraverso questa funzione, chiunque può seguire le nostre corse o gli allenamenti in tempo reale su una pagina web dedicata. I nostri amici o parenti potranno non solo vedere la nostra posizione GPS ma anche i dati in tempo reale. È un modo importante per condividere la nostra passione e, soprattutto, per aggiornare le persone su dove siamo e cosa stiamo facendo.

Rilevamento Incidente
Una volta impostato su Garmin Connect quali siano i nostri contatti di emergenza, qualora il dispositivo rilevi un incidente – come una caduta – durante una camminata, una corsa o un’attività in bici all’aperto, invia un messaggio automatico, un link LiveTrack e la posizione GPS (se disponibile) alle persone che abbiamo impostato.

Assistenza
Il funzionamento è lo stesso di Rilevamento Incidente ma, anziché partire in automatico, siamo noi a inviare il messaggio. Basta tenere premuto il tasto di spegnimento e selezionare l’icona rossa con l’asterisco bianco.

Chiaramente tutte queste funzionalità hanno bisogno che abbiamo con noi lo smartphone associato allo sportwatch perché il messaggio parte da lì ma poter accedere a tutte queste funzionalità direttamente dal Garmin è una sicurezza in più. E se proprio vuoi sempre essere al sicuro, per le zone in cui non c’è copertura cellulare c’è la linea Garmin inReach che si appoggia alle comunicazioni satellitari.

Sperando di non averne mai bisogno.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.