Garmin Fenix 7 e Garmin epix: la tecnologia per andare ancora più lontano

Nuova funzionalità STAMINA, luce integrata, touchscreen e durata da record. Un nuovo salto evolutivo per i prodotti Garmin.

Dopo tanti rumors (e dopo dei leaks di immagini), Garmin ha presentato ufficialmente i suoi nuovissimi Fēnix 7 ed epix. Due dispositivi così simili tra loro ma anche così diversi. Non semplici evoluzioni dei modelli precedenti ma veri e propri salti evolutivi, sia sul piano tecnologico che nelle funzionalità.

Ciò che salta maggiormente all’occhio è come – nella sostanza delle intenzioni di Garmin – ci sia la volontà di affiancarsi all’atleta mettendolo nelle condizioni di conoscersi meglio, oltre che di avere un dispositivo pensato e dedicato ai suoi bisogni e alle sue attività.

Vediamo un po’ meglio nel dettaglio quali sono le novità presentate e partiamo – ti leggo nella mente: lo so che lo stai pensando! – dal Garmin Fēnix 7.

Garmin Fenix 7

Garmin Fenix 7

Chiunque corra, magari anche spesso e volentieri off-road, e si dedichi ad attività outdoor ha messo almeno una volta il Fenix nella sua lista dei desideri. Il modello di punta del brand statunitense nasce per essere maltrattato, per accompagnarti dappertutto, per avere una batteria che dura tantissimo e per fornirti tutti i dati che ti aiutano a migliorare nei tuoi allenamenti. È un prodotto premium in tutto e per tutto. E, anche nella sua versione 7, il Fenix conferma la sua fama – ovviamente andando oltre i suoi limiti.

Si confermano tre dimensioni: Fenix 7S (42 mm), Fenix 7 (47 mm) e Fenix 7X (51 mm); ma, rispetto al modello precedente, diminuisce lo spessore delle casse. L’offerta dei diversi modelli è, come sempre, molto completa. Si parte dalle versioni standard (senza solar, con vetro in Corning Gorilla Glass DX) e Solar (con vetro Powerglass), entrambe con cassa in acciaio; per arrivare poi alla Solar Sapphire (con vetro zaffiro Power Sapphire) con cassa in titanio. Proprio restando sul comparto “solar”, rispetto al modello precedente, i nuovi Garmin Fenix hanno maggiore superficie ed efficienza. Che significa, come immaginerai, una maggiore durata della batteria. Durata che ovviamente varia in base al dispositivo e alle funzionalità attive ma che, in termini percentuali, è dalle due alle tre cifre superiore rispetto ai modelli precedenti.

Le novità

Il nuovo modello introduce una quantità di novità che è letteralmente impossibile raccontartele e descrivertele tutte in un singolo post (lo faremo sicuramente più nel dettaglio nelle prossime settimane), quindi ti racconto le più “succose”.

STAMINA

Senza dubbio, sul piano delle funzionalità, la più importante è la STAMINA (attiva per i profili di corsa e ciclismo). Descritta in parole molto semplici, funziona un po’ come l’autonomia che leggi nel cruscotto della tua auto.

Quando inizi una gara o un allenamento, il Garmin Fenix 7 ha la capacità di dirti qual è la tua autonomia, ossia per quanto tempo o per quanti chilometri potrai correre. Man mano che vai avanti e in base al passo e alle variazioni della frequenza cardiaca, il sistema aggiorna la previsione di chilometri e tempo. Ovviamente, quando acceleri, “consumi” di più e quando torni sotto alla soglia aumenti la tua autonomia. Il lato interessante è che ti vengono forniti due dati, uno in tempo reale e uno “potenziale”, che ti permettono di capire con una veloce occhiata qual è la tua “condizione energetica” e, di conseguenza, stabilire la tua strategia.

Questo ti permette – in massima sintesi – di dare sempre il massimo, evitando di finire l’energia prima della sessione di lavoro o di gara (e quindi incorrere in problemi e rischi di infortunio), ma arrivando al tuo traguardo dando tutto.

Chiaramente questa funzione è stata realizzata in collaborazione con Firstbeat Analytics e, prima di usarla, il nuovo Garmin Fenix 7 deve imparare e conoscerti. Generalmente avviene dopo un minimo di 12-15 allenamenti e si evolve nel tempo. Sì, in parole povere, il dispositivo è sempre in autolearning.

Come avrai capito è una funzionalità estremamente utile e, da sola, vale l’acquisto del Garmin Fenix 7. Personalmente non vedo l’ora di provarla: ne riparleremo sicuramente nel prossimo futuro.

Touchscreen

Oltre ai tradizionali tasti fisici (il pulsante “start” ora ha anche una protezione che riduce il rischio di pressioni accidentali), il nuovo Garmin Fenix 7 ora è utilizzabile anche con touchscreen. Il sistema è veloce e utile, soprattutto per scorrere dati e mappe, personalizzare le schermate e digitare testi. Ovviamente puoi decidere tu se e quando attivarlo, oppure di usare i tradizionali tasti fisici.

Impostazioni in tempo reale da Garmin Connect

Ora sarà possibile gestire tutte le impostazioni dei Fenix direttamente dallo smartphone con l’app Garmin Connect. Il che significa che potremo anche impostare le schermate dei campi delle attività direttamente dall’app senza dover navigare attraverso i tasti. È una funzionalità secondaria, lo so, ma rappresenta l’integrazione e la sempre maggiore evoluzione del software dei dispositivi Garmin.

Multi-band GPS

Questa funzionalità, disponibile solo per i modelli Sapphire, aumenta notevolmente la precisione della traccia GPS soprattutto nei canyon urbani e in montagna. La ricezione della frequenza L5 aggiuntiva garantisce una maggiore precisione anche in condizione di scarsa visibilità del cielo e riduce al minimo gli errori di posizionamento dovuti all’effetto multipath (la riflessione anomala del segnale satellitare in presenza di ostacoli o superfici riflettenti come acqua o montagne).

Flashlight

L’azienda statunitense fa un ulteriore passo avanti anche nell’ambito della sicurezza dell’atleta: il Garmin Fenix 7X ha infatti anche una luce. A LED, molto potente, permette di illuminare al bisogno la strada o i sentieri e – importantissimo per la sicurezza e funzionalità dedicata ai runner – è possibile attivarla in modo che, quando corriamo, il dispositivo segua il movimento del polso ed emetta luce bianca quando il braccio è in avanti, rossa quando il braccio è indietro.

Nuovo sensore cardio di 4a generazione

Il Garmin Fenix 7 introduce anche un nuovo sensore cardio al polso. Totalmente rivisto nel design con un posizionamento dei sensori finalizzato a una migliore lettura ottica, ora è ancora più preciso ed efficiente. Inoltre, il fondo della cassa è stato ridisegnato in modo da proteggerlo dall’infiltrazione solare.

Gestione delle mappe

Per facilitare la gestione delle mappe e l’ottimizzazione della memoria interna, alcuni modelli non hanno le mappe precaricate ma ti danno la possibilità di scaricare via wi-fi solo quelle delle zone che ti interessano. Mentre, nel caso delle versioni Sapphire, le mappe sono tutte già contenute nella memoria da 32 GB del dispositivo.

E tante altre novità

Come ti dicevo, entrare nel dettaglio di tutte le nuove funzionalità è praticamente impossibile senza correre il rischio di scrivere un trattato. Bisogna però aggiungere (e ne riparleremo) che sono state migliorate anche la predizione di gara, il tempo di recupero, gli allenamenti consigliati. Tanta tanta roba, insomma. ;)

Il prezzo

Come puoi immaginare, un dispositivo premium come il Garmin Fenix 7 ha un prezzo premium, con il listino che parte da 699,99 euro per la versione “standard” (no-Solar) e arriva ai 1.199,99 dei Fenix 7X Sapphire Solar con bracciale in titanio.

Per il dettaglio delle caratteristiche e dei prezzi delle diverse versioni, trovi tutto su garmin.com.

Garmin epix

Garmin epix

Hai mai pensato di mettere un display AMOLED su un Fenix al posto del suo tradizionale MIP? Garmin sì, e ne è uscito epix un prodotto molto diverso da Fenix come anima e destinazione d’uso.

È un dispositivo robusto, con uno schermo ad altissima definizione, che porta su un livello diverso gli smartwatch che conosciamo. Infatti la durata della batteria nell’utilizzo “smartwatch” arriva a 16 giorni e a 40 ore nel caso di attività GPS ininterrotta.

Un’anima e una destinazione d’uso diversa, dicevo. Infatti, secondo me, il Garmin epix è meno “estremo” e adatto a chi vive l’outdoor in una dimensione più urbana. Non a caso, per la presenza del display AMOLED, non è possibile averlo in versione Solar.

È disponibile solo in versione con cassa da 47 mm e porta con sé tutte le principali funzionalità e caratteristiche di Fenix che hai letto qui sopra.

Il prezzo va dagli 899,99 euro del modello con cassa in acciaio e arriva a 1099,99 euro della versione Sapphire con cassa in titanium e cinturino in pelle Chestnut.

Anche in questo caso trovi tutti i prezzi e i dettagli su garmin.com.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.