Altra: un modo unico di vedere il running

Altra, il brand statunitense nato poco più di dieci anni fa, ha un modo tutto suo di vedere il running. Un approccio alla corsa più naturale, che ha guidato tutta la sua produzione dalla fondazione dell’azienda.

Abbiamo parlato di Altra nell’ultimo episodio di Fuorisoglia, il nostro podcast, e ci siamo resi conto che – senza dubbio – merita un approfondimento. Quindi, eccoci qui.

La storia è bella. Altra è stata fondata da due runner, amici d’infanzia: Brian Beckstead e Golden Harper. Durante i loro allenamenti avevano notato che, quando correvano a piedi nudi sull’erba, la loro corsa era naturale e fluida. Ma quando infilavano le scarpe, le cose cambiavano.

Hanno così iniziato a modificare le scarpe per ricreare le condizioni per permettere al piede di lavorare nel modo più naturale possibile. In che modo? Innanzitutto destrutturandole, scaldandole in un fornetto tostapane, in modo da rimuovere parte del tallone e portarle ad avere un drop pari a zero.

Sappiamo infatti che un differenziale nullo tra tallone e punta della scarpa mette il piede nelle condizioni di ammortizzare naturalmente l’impatto con il terreno, in un movimento fluido: le dita si aprono per aumentare la superficie di atterraggio, l’avampiede assorbe l’atterraggio e poi inizia la fase di rullata e stacco.

Tutto iniziò così. E, seguendo questa filosofia, l’evoluzione delle scarpe Altra proseguì verso un approccio alla corsa naturale e confortevole con l’aggiunta di nuove tecnologie sempre con un approccio “natural”.

Cerchiamo di capirne di più.

Footshape™ Toe Box

“Le dita si aprono”, dicevamo, ma per farlo hanno bisogno di una scarpa con struttura sufficientemente ampia. Altra ha quindi sviluppato la tecnologia toe box Footshape™ che consente alle dita di rilassarsi e allungarsi in modo naturale e permette all’alluce di rimanere dritto, garantendo così la massima stabilità e forza.

Le dita, in questo modo vengono usate attivamente nella corsa, riducendo l’iperpronazione che è tipica dell’appoggio su tallone. In questo modo comfort e stabilità ne traggono un grandissimo giovamento.

Questo aspetto è molto più importante del drop in sé e ne è la corretta evoluzione. Infatti Footshape™ Toe Box mette il piede nelle condizioni di esprimersi meccanicamente nel modo in cui è stato “progettato”: assorbire gli urti, aumentare l’equilibrio e spingere in ogni sua componente. Proprio per questo motivo, questa tecnologia è presente in modo diverso nei differenti modelli Altra, con tre diversi fitting che permettono al piede di muoversi in accordo alla forma e all’uso della scarpa. E questo vale sia per il piede femminile che maschile, con le loro differenze.

Balanced Cushioning™

E qui torniamo al punto di partenza. Infatti tutte le scarpe Altra sono costruite sulla piattaforma Balanced Cushioning™ che posiziona il tacco e l’avampiede a livello equidistante dal terreno.
Aggiungendo, però, un’ammortizzazione dedicata proprio a questa tipologia di appoggio più naturale. In questo modo, l’atterraggio ha un impatto ancora minore sul sistema muscolo-scheletrico e ne risulta ottimizzato. Ovviamente il livello di ammortizzazione, dato alla mescola EGO, varia da modello a modello per adattarsi alle necessità e alla tipologia di ciascun runner grazie alle tre varianti EGO, EGO max ed EGO pro.

Per info: https://www.altrarunning.eu/it/

Altri articoli come questo

1 COMMENT

  1. Ciao
    ieri ho iniziato a correre con il mio 4° paio di Altra. Non le cambierei per nessuna altra scarpa, super comode e hanno risolto i miei problemi di schiena.
    Decisamente consigliate a chi ha il “coraggio” di provarle :-)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.