Strava Year in Sport 2021

Il report annuale che tutti stavamo aspettando.

Tempo di lettura: 3 minuti

Da qualche anno a questa parte capita che verso metà dicembre siamo tutti in frenetica attesa: no, non del Natale – che banalità – ma dell’annuale report Year in Sport di Strava.

Se sai di cosa parlo è probabile che tu abbia già passato il weekend a spulciare e condividere il tuo personalissimo report. Se invece non sai di cosa parlo – ok – breve riassunto. Strava pubblica ogni anno un bellissimo report delle attività (sportive) che ciascuno di noi ha registrato sulla piattaforma: quanti chilometri hai percorso, quanto dislivello, ore di attività, quante volte ti sei messo le dita nel naso mentre andavi in bicicletta eccetera. I big data però di per sé sono interessanti fino a un certo punto; quello che Strava fa (molto) bene è trasformarli in infografica semplice ma ad alto impatto, immediatamente comprensibile e condivisibile. Il tutto con animazioni che creano un flusso narrativo coerente e visivamente intelligente.

Tutte queste informazioni le trovi solo nell’app di Strava, sulla home o sul tuo profilo.

Quello che mi ferisce un pochino è che se hai l’abbonamento premium hai la visualizzazione di qualche dato specifico in più, come ad esempio l’attività con maggiore dislivello o altre amenità del genere: ci sta, d’altra parte la possibilità di avere metriche più approfondite è proprio uno dei ganci con cui Strava ti stimola ad abbandonare l’abbonamento free.

Tutto questo naturalmente nutre il nostro ego smisurato, anche se tanto poi mia mamma quando vede che nel 2021 ho fatto 46.844 metri di dislivello (ben 780 m più dello scorso anno) mi fa i complimenti tanto quanto se ne avessi fatti 4k o 400k.

La community

Ma se usciamo un pochino fuori dal nostro orticello possiamo apprezzare invece il report globale, ovvero quello che riguarda i dati di tutta la community e non solo i nostri. In questo caso però i dati raccolti riguardano i 12 mesi trascorsi dal 1 novembre al 31 ottobre dell’anno successivo. Nonostante anche io sia parecchio egoriferito devo dire che mi affascina molto di più vedere come – insieme – si sono comportati i 95 milioni di utenti Strava.

Scopriamo così che quest’anno abbiamo caricato il 38% di attività in più rispetto al 2020, oppure possiamo notare come gli americani abbiano dato moltissimi Kudos agli inglesi, ai canadesi e ai brasiliani: hanno invece snobbato francesi e spagnoli. Italiani non pervenuti.

Se sei un vero nerd come me, puoi scaricare qui il pdf con tutte le infografiche disponibili.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.