Rewire, l’app che ti dice se sei pronto

La preparazione non è solo limitata al fisico ma soprattutto alla mente. Rewire promette di fartelo capire

Tempo di lettura: 2 minutiSai dire esattamente qual è il grado della tua preparazione? Sai con certezza se hai la prestazione nel corpo e nei muscoli? È probabile che sì, fisicamente tu possa capire con buona approssimazione se l’allenamento fatto è stato sufficiente e anche – ipotesi da scongiurare – se hai esagerato e ora sei a corto di energie.

Quello che è più difficile valutare soggettivamente è la preparazione mentale. Da questo mese capirlo è più semplice, grazie a un’app (che puoi provare gratuitamente per 15 giorni) che si basa su un approccio più completo e profondo alla preparazione atletica, non solo limitandola a quella fisica.

Sulla base di studi convalidati da molti anni, l’americana Rewire ha sviluppato una app che tiene in considerazione non solo i fattori fisici inerenti al tuo stato fisico ma anche quelli emotivi e cognitivi, fornendo un quadro molto più preciso della tua preparazione.

È (molto) nella tua testa

L’approccio di Rewire mira a fornire un quadro del tuo stato di preparazione, come si diceva prima, non solo limitatamente a quella fisica ma basandosi su una triade che, secondo gli studi, è più precisa nel determinare quando e a che livello sei pronto, oltre ovviamente a fornirti una valutazione del tuo stato di non preparazione sufficiente. Gli elementi che considera sono infatti l’allenamento, la diagnosi e il recupero.

L’allenamento è quello che ormai qualsiasi app cura, mentre gli aspetti sicuramente più innovativi di Rewire sono la definizione dello stato mentale e la cura del recupero, ossia gli altri due elementi della triade.

Con questa app puoi conoscere infatti i tuoi picchi prestazionali positivi o negativi non solo in termini atletici ma anche mentali, e sai bene che quando il tuo corpo ti dice di smettere è la mente la sola capace di prendere in mano la situazione e continuare.
Non è facile capire quando si è pronti anche da questo punto di vista e Rewire colma questa lacuna rendendolo più semplice, almeno nelle intenzioni.

Per farlo utilizza un sorta di anello che tramite bluetooth dialoga con il tuo cellulare e fornisce i dati cognitivi ed emotivi permettendo l’elaborazione del programma più idoneo sfruttando il recupero e calibrandolo sul tuo profilo personale. Rewire lavora anche in parallelo con le principali app come Strada, Salute di iOS (iPhone), Google Fit e i principali cardiofrequenzimetri. Non è un caso che una degli advisor di questa start-up provenga da Headspace, una delle più diffuse app di gestione dello stato mentale e un’altra dei principali sia Under Armour.

Gli sport per i quali è studiata in questa fase iniziale sono la corsa, il nuoto e la vogatura.

Neuro Performance Mobile Platform

Rewire è definita come uno strumento basato sulle prestazioni mentali (“neuro performance”, viene così chiamata dai suoi fondatori) e su quelle fisiche, in modo da combinarle per massimizzarle attraverso l’analisi dello stato emotivo, mentale e anche fisico.

Le prestazioni in gara o in allenamento non dipendono solo da quanto ti sei allenato ma anche da quanto la tua mente è in grado di sostenerti. Da oggi un’app promette di lavorare proprio su questo aspetto: farti capire lo stato della tua preparazione sia dal punto di vista fisico che mentale.

Non resta che provarla.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.