L’importanza degli occhiali da sole nello sport

Proteggi la vista per goderti al meglio la tua corsa!

Tempo di lettura: 4 minutiLe prestazioni e il divertimento nello sport possono dipendere anche dagli accessori che si usano? Sì, la risposta è assolutamente sì. E, in particolare, c’è un accessorio che coinvolge anche la salute e la sicurezza nella corsa: gli occhiali da sole.

Ne abbiamo già parlato alcune volte ma è bene approfondire l’argomento perché ci sono davvero moltissimi aspetti positivi coinvolti nell’utilizzo degli occhiali da sole.
Ma credo sia una buona idea partire dall’inizio. Andiamo?

La salute

Proteggerci dai raggi UV è estremamente importante, soprattutto ora che si avvicina la stagione in cui i raggi solari sono più forti. Anche se – pur nelle giornate nuvolose – parte dei raggi UV possono filtrare comunque.
Proteggere cornea e retina dai raggi solari è fondamentale, tanto quanto – per esempio – proteggere la nostra pelle. Insomma, il sole è bello, mette di buon umore, scalda, abbronza ma è indispensabile che ci proteggiamo adeguatamente.

La sicurezza

Gli occhiali da sole forniscono all’occhio anche una protezione meccanica da sabbia, polvere e da tutti i detriti alzati dalle auto che corrono per strada. Considerali come un casco per i nostri occhi.
Inoltre anche il vento può essere un fastidioso antagonista per i nostri occhi durante lo sport: oltre a trasportare polvere e detriti può asciugare eccessivamente le mucose oculari. Attenzione però, gli occhiali devono anche garantire un’adeguata aerazione, altrimenti possono appannarsi o causare un’eccessiva sudorazione e quindi diventare degli strumenti di tortura anziché un ausilio.

Un altro elemento importante, quando siamo per strada, è la qualità della vista. Gli occhiali da sole ci permettono di vedere meglio la strada e, con essa, i pericoli che si possono palesare, diventando così più reattivi di fronte alle – tocchiamo ferro, augurandoci non succeda mai – situazioni di pericolo.

Le prestazioni

E qui torniamo alla domanda in apertura: possono gli occhiali da sole migliorare la nostra prestazione? Sì, lo fanno, sia in forma diretta che indiretta.
Innanzitutto, senza occhiali da sole tendiamo a contrarre i muscoli facciali mentre, indossandoli, abbiamo una postura e un’espressione più rilassate. Di conseguenza, meno muscoli contratti significa una posizione di corsa più naturale e un risparmio energetico.

Anche mentalmente il beneficio è percepibile perché gli occhiali da sole contribuiscono a ridurre gli elementi di disturbo che arrivano dalla luce solare o da fastidiosi riflessi. Questo porta con sé una maggiore concentrazione e la possibilità di goderci di più il nostro allenamento o la gara. Se hai dubbi, guardati la famosissima maratona di Atene 2004 – vinta da Stefano Baldini – in cui gli atleti hanno corso con il sole in faccia per tutto il tempo.

La qualità della vista

Per chi utilizza lenti correttive, la questione può essere particolarmente problematica ma – non preoccuparti! – è risolvibile.

Al di là dell’utilizzo delle lenti a contatto o di occhiali da sole con lenti graduate (anche polarizzate), è possibile scegliere una montatura adatta allo sport e – contemporaneamente – al montaggio delle lenti da vista. Un ottimo lavoro su questo fronte lo sta facendo Rudy Project che offre diverse soluzioni, tutte interessanti e da valutare.

In questo caso è possibile unire, letteralmente, il beneficio di un occhiale progettato per lo sport alla corretta visione garantita dalle lenti correttive.

Come scegliere gli occhiali da sole

Prima di orientarsi nella scelta, è necessario capire in che contesto useremo gli occhiali perché – come immaginerai – ce ne sono per gli utilizzi più specifici. Gli occhiali da running sono diversi da quelli da ciclismo, anche se esistono modelli che vanno bene per entrambi gli sport. Ciò che conta, come dicevo prima, è che in ogni caso garantiscano protezione e ventilazione; in aggiunta i materiali devono essere progettati per l’utilizzo in un contesto sportivo in modo che gli occhiali non si muovano anche sul viso sudato.
Immagina quanto può essere irritante usare degli occhiali da sole che saltellano o scivolano.

Le cose da prendere in considerazione quando si acquistano sono abbastanza semplici:

  1. Protezione dai raggi UV: per i motivi che abbiamo già visto prima;
  2. Tipologia di utilizzo che prevedi di farne;
  3. Filtro luminoso: le lenti possono limitare quantità variabili di luci e colori e migliorare la visione in strada o nei contesti off-road per fare sport in modo più sicuro;
  4. Robustezza e qualità costruttiva: se non fossero un elemento protettivo, probabilmente non li useremmo nemmeno. E, considerando che dobbiamo tenerli addosso per un bel po’ di tempo, è bene che il peso sia sempre estremamente contenuto.
  5. Possibilità di cambiare le lenti: molti modelli danno la possibilità di intercambiare le lenti senza sostituire la montatura. Usando quindi tipi di filtro diversi in base alle condizioni atmosferiche. Questo è indubbiamente un plus da tenere d’occhio. Meglio ancora utilizzare occhiali con lenti fotocromatiche che si adattano alle condizioni di luminosità.
  6. Estetica: perché siamo tutti vanitosi, no?! ;)

Posso usare degli occhiali da sole “tradizionali”?

Questa è una domanda che mi viene posta abbastanza frequentemente. E, sicuramente, nessuno ti impedisce di usare degli occhiali “tradizionali”. Ma spesso e volentieri hanno due grossi limiti.

Innanzitutto il peso e i materiali: un occhiale da sole tradizionale non è pensato per l’uso sportivo e quindi è più facile che, nell’utilizzo, si muova e possa diventare scomodo.

In secondo luogo, il calore corporeo e l’umidità possono far appannare le lenti, soprattutto nelle aree vicine al naso. E no, non è affatto divertente correre con la nebbia davanti agli occhi anche in pieno agosto.

 

(Credits immagine principale: monkeybusiness on DepositPhotos.com)

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.