I vantaggi del correre al mattino

Chi corre al mattino non concepisce orario migliore. Per farlo così presto dà indubbi benefici

Tempo di lettura: 4 minutiCorrere al mattino è uno dei modi più sfidanti eppure più amati di correre. Chi lo fa lo adora, chi ci riesce non scambierebbe le prime ore della giornata per niente al mondo. Per alcuni è una scelta obbligata dagli impegni familiari o dal lavoro ma per molti altri è una decisione libera: correre al mattino è un’attività amatissima e per mille motivi. Non avendo il tempo di scriverli tutti e mille ne abbiamo scelti alcuni. Se te ne vengono in mente altri siamo felicissimi di aggiungerli!

1. Acquisti una routine positiva

Mentre quando corri in altri orari della giornata lo fai quando hai tempo (o quando riesci a ritagliartene) farlo al mattino è la conseguenza di una scelta precisa: lo vuoi e hai strutturato la tua vita attorno a quell’appuntamento che giudichi irrinunciabile. Per poterlo fare hai scelto di avere un regime di sonno regolare e hai nutrito la tua forza di volontà: specie in certi momenti dell’anno il letto caldo ha un potere magnetico superiore a quello di una megacalamita. Nutrire la tua forza di volontà in modo da esserne capace non ti serve però solo per alzarti e andare a correre quando il resto delle persone dorme ancora, è anche una conferma della tua capacità di prendere decisioni e metterle in pratica e ti verrà utile in molti altri frangenti della tua vita.

2. Hai già completato una cosa prima ancora di iniziare la giornata

Come detto già altre volte, la nostra mente gode in maniera assoluta quando può mettere il segno di spunta a qualcosa che doveva fare. Completare task è estremamente soddisfacente per il tuo cervello e riuscire a fare una cosa così impegnativa come prima cosa della giornata è superenergetico. È il modo migliore di iniziare una giornata, anche perché se sei riuscito a fare una cosa indubbiamente non facilissima come prima cosa della giornata, non ti può fermare niente e nessuno.

Fare il pane

3. Non iniziare a stomaco vuoto e concediti una colazione più robusta

Correre al mattino ti insegna anche ad alimentarti con più consapevolezza e misura. Dato che lo stomaco al tuo risveglio sarà ancora un po’ chiuso e considerato anche che non è il caso di uscire a correre con un’intera colazione in pancia, è buona cosa mangiare qualcosa di molto leggero per mettere a tacere gli stimoli della fame per poi rimandare al dopo corsa la vera e propria colazione. Che, tra l’altro, se consumata all’interno della finestra metabolica (circa 30 minuti dopo la fine della corsa) sarà meglio assorbita, concedendoti anche di mangiare qualcosa in più.

4. È meglio del caffè

Anche se non esiste una posizione ufficiale della scienza al riguardo, molti giurano che ha un effetto molto più stimolante una corsa all’alba che una tazza di caffè. Di certo ti permette di focalizzarti meglio, anche perché in inverno è difficile non esserlo dopo aver corso con qualche grado sotto zero ;)

5. Hai ritmi di sonno più regolari e sani

Dato che la tua forza di volontà deve essere al massimo quando suona la sveglia, il primo “sconvolgimento” della tua vita è quello di assumere ritmi di sonno più regolari, in modo da avere l’energia sufficiente al mattino. Inutile dire che dormire la giusta quantità di ore in maniera regolare non potrà che farti bene non solo durante l’allenamento ma in tutta la tua vita.

6. Non hai l’assillo di dover correre per il resto della giornata

Ricordi cosa si diceva prima della gratificazione che la tua mente ricava dal portare a compimento azioni? Bene: l’esatto opposto è la frustrazione che nasce dal non riuscirci e dall’essere sovrastati dalle cose da fare. Hai mai notato come in certe giornate l’allenamento subisca continui spostamenti di orario fino a sparire perché “Oh, proprio non ce la faccio”? Se hai già corso al mattino non hai questo problema e il resto della giornata è libero per gli altri impegni. Hai fatto un ottimo lavoro: hai pianificato benissimo!

7. Corri col fresco e con meno inquinamento

Un runner o una runner mattiniera al più si lamenteranno del freddo ma difficilmente del caldo. In estate l’unico modo per non soffrire delle temperature assurde è correre molto presto di mattina. Chi lo fa all’ora del tramonto gode infatti di qualche grado in meno che durante la giornata ma non può sfuggire al calore che l’asfalto ha accumulato durante la giornata e che continua a “buttare fuori”. Al mattino presto invece questo problema non esiste. Oltre al fatto – affatto trascurabile, specie per chi vive in città con molto traffico – che a quell’ora ci sono pochi mezzi in giro e quindi l’inquinamento è anche molto più contenuto.

8. La città è tua (ma corri con qualche ausilio, specie d’inverno)

Una delle sensazioni più belle che si può provare nella corsa al mattino è una specie di cugina del saluto al sole che gli yogi fanno. Puoi finalmente risvegliarti con il mondo intero e hai anche la sensazione di partecipare a un tutto più armonico e intimo allo stesso tempo. Sei parte di qualcosa di cosmico, la città è tua e la natura ti sorride (anche se a volte, specie in inverno, il suo sorriso è un filo gelido). Dato che in inverno è probabile che la tua corsa matuttina si svolga per buona parte al buio, non trascurare di farla con una fonte luminosa (tipo una lampada frontale): la tua sicurezza ne trarrà beneficio e ti potrai segnalare visivamente ai mezzi che circolano a quell’ora. E copriti bene, come di certo ti ha sempre consigliato la mamma.

E quindi: hai puntato la sveglia per andare a correre presto domani mattina? Dai!

Altri articoli come questo

2 COMMENTS

  1. Io però corro al mattino proprio per poter correre a digiuno e allenare anche il mio metabolismo lipidico. Solo caffé e acqua prima di appicciare il gipiess.
    C’è da dire che corsa o no io sto comunque a digiuno fino all’ora di pranzo, pratico il digiuno intermittente da prima che fosse cool.
    Poi lo avete quasi citato per l’inquinamento, ma porrei l’accento anche sul fatto che il traffico è sicuramente più limitato, quindi attraversamenti stradali più semplici e sicuri.

    Poi arrivano più kudos su strava, che alla sera qeulli che hanno già corso al mattino ci guardano meno :D

    • Tuto verissimo. Riguardo al digiuno fino a pranzo dipende dall’organismo e dall’abitudine ma chi lo pratica (non nelle sue forme più estreme, e tu mi sembri lo faccia in forma molto condivisibile) ne loda sempre i benefici. E altrettanto vero che il traffico è molto più leggero e si corre più fluidi e veloci :)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.