I giovani e la corsa

Quando e come avviare i giovani alla corsa e allo sport in genere? Qual è il valore educativo dell'attività sportiva? Ne parliamo su Fuorisoglia :)

Tempo di lettura: 2 minutiAscolta “S02E21: I giovani e la corsa” su Spreaker.

Questa puntata di Fuorisoglia è rivolta a te ma anche a chi è molto più giovane di te (nell’ipotesi che tu non sia giovane, non è mai detto). Oggi parliamo di sport giovanile, e per giovanile intendiamo dai 6 anni fino ai 19. Quell’età in cui la corsa la fai solo per riscaldarti prima dell’allenamento di calcio o pallavolo. Quel momento della vita in cui la corsa come disciplina a sé stante è un concetto astratto, perché gli sport sono una cosa e la corsa è un’altra, tipicamente è quella che si fa per prepararsi allo sport vero.

Non è così ma per molti di noi ci sono voluti anni (a volte decenni) per accorgercene. Perché la corsa di endurance ci ha insegnato l’importanza della pazienza e il valore del costruire i risultati poco alla volta.

Ma non ci concentreremo solo su come approcciare una disciplina da parte dei più giovani. Affronteremo anche un argomento che ci sta molto a cuore, ossia il valore educativo dello sport, specie in giovane età. Fare sport è anche ottenere risultati e a volte vincere ma è soprattutto una palestra che insegna il valore della responsabilità individuale, l’importanza del gioco di squadra e che tutto, come nella vita, dipende solo da te. Anche se giochi in squadra, come vanno le cose dipende dall’equilibrio con i compagni e le compagne ma soprattutto da te stesso.

Lo sport non ti fa sconti, lo sport ti richiede dedizione e passione ma ti restituisce tutto con gli interessi.
Se lo impari già da giovane, sei già in vantaggio. E puoi farlo, semplicemente, seguendo i nostri consigli e ascoltando la tua voce interiore: se vuoi provarci, significa già che lo puoi fare.

Hai già spedito la tua Lovers Mail?

Nelle scorse settimane abbiamo lanciato la seconda stagione di Lovers Mail. Partecipa e racconta la tua storia nel nostro podcast Fuorisoglia: ti basta solo scriverla e spedirla a info@runlovers.it.
È facilissimo e una volta al mese raccoglieremo le migliori e le leggeremo e commenteremo durante una puntata speciale. Non ci interessano le cronache delle gare ma il flusso di pensieri e le riflessioni che ci accompagnano quando, un passo dopo l’altro, corriamo.

Cosa aspetti a mandarcela?.

Ascoltaci

Puoi sentire la puntata subito usando il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast (le trovi tutte qui) e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà una nuova puntata.

Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori o di condividere la puntata sui tuoi canali social!

(Cover photo by Christopher Rusev on Unsplash)

Avatar
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.