Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Articoli correlati

Brooks Virtual 5K per il Global Running Day: tutti insieme, anche fisicamente, in un’opera d’arte

Brooks, in occasione del Global Running Day, organizza una Virtual 5K per celebrare il running e creare un'opera d'arte con i partecipanti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiAnche se di mesi ne mancano ancora un bel po’, il sindaco di New York Bill de Blasio non si è potuto esimere dal rispondere alla domanda diretta dei giornalisti durante una recente confererenza stampa: si correrà la prossima NY City Marathon prevista per domenica primo novembre)?

“È ancora presto per dirlo – ha risposto de Blasio – quello che posso dire è che stiamo attualmente discutendone con gli organizzatori (i NYRR – New York Road Runners, ndr) e valutiamo ogni ipotesi, compresa una gara virtuale”.

Allora stato attuale, le competizioni dal vivo sono sospese fino al 15 agosto prossimo, ma le preoccupazioni sono già oltre il livello di guardia anche per eventi di più piccole dimensioni, figuriamoci per la maratona di NY che l’anno scorso ha avuto 53.627 partecipanti. E se non bastasse il solo numero di runner che vi prendono parte, bisogna anche considerare il folto pubblico che si assiepa lungo quasi tutto il percorso. Il problema di gestione del distanziamento sociale – qualora ve ne fosse ancora necessità a novembre – sarebbe insormontabile, costringendo l’organizzazione e la città di New York a rinunciare per la seconda volta in 10 anni (la prima fu a causa dell’uragano Sandy nel 2012).

Non solo una questione simbolica

Non c’è solo idealismo dietro la cautela di una scelta del genere. Sebbene la NY City Marathon sia una – se non LA – più famosa al mondo, decidere se farla o meno non è solo difficile dal punto di vista della sicurezza sanitaria individuale o per motivi simbolici. Certamente, nel conto sono considerati anche questi fattori, ma non va dimenticato l’ingente indotto che una manifestazione simile genera per la città: si è calcolato che l’edizione dello scorso anno abbia generato un giro d’affari di 415 milioni di dollari.

Se l’attenzione per la sicurezza di chi vi partecipa è sovrana, anche altre considerazioni hanno il loro peso. Quanto e fino a che punto, come dice il sindaco, è ancora presto per dirlo.

(via Mail Online – Photo Credits thomas van der vennet on Unsplash)

Altri articoli

4 COMMENTS

  1. Che non osino pensare di fare una gara virtuale! Gli faccio causa da qui alla 100esima edizione! Piuttosto che fare 42km e rotti a casa mia dicendo sono a new york virtualmente straccio il pettorale!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

La Caesar Salad rivisitata di jamie Oliver

Perché a Jamie Oliver non si può non voler bene e si perdona pure l'aglio nella carbonara. Ah no. Questa non gliela perdoniamo. Ma andiamo avanti.

La playlist della primestate

Quest'anno la primavera è stata un po' strana, quindi abbiamo pensato di festeggiarla unendola all'estate. Con i più successi del momento!

Le gare virtuali sono il futuro, almeno quello più immediato

Prima di inorridire all’idea di una gara virtuale prova a pensare che ha anche i suoi punti forti

Brooks Virtual 5K per il Global Running Day: tutti insieme, anche fisicamente, in un’opera d’arte

Brooks, in occasione del Global Running Day, organizza una Virtual 5K per celebrare il running e creare un'opera d'arte con i partecipanti

Un modo per costruire la resistenza mentale

La resistenza fisica si allena con l’esercizio fisico. Quella mentale la si affina preparando la mente. A essere indifferente eppure focalizzata.

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Scelti dalla redazione

Siamo soli, facciamocene una ragione

La corsa è una metafora della vita, lo sappiamo bene. La fatica è nostra, i pensieri sono nostri, e la solitudine ne è una parte integrante. Che aiuta.

Una merenda perfetta i RunLovers

Un dolcetto che non si dimentica questo muffin -ma puoi fare anche plumcake, ciambelle o quello che ti piace di più- a base di banane.

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.