Panettone is on the table!

L'eterno dilemma su Panettone e Pandoro, e quello su quanto e come correre per smaltirli. Senti a me: non pensarci troppo, è Natale!

Tempo di lettura: 2 minuti

Panettone is on the table, but this is another one, cantavano gli ELII nel 1995 (con lo pseudonimo “Il Complesso Misterioso”, che aveva anche altri elementi in mezzo, tipo Linus e Graziano Romani) in Christmas with the yours, una delle loro più celebri canzoni di Natale per Radio Deejay, che puntuale ogni anno alla prima settimana di Dicembre ritorna nella mia playlist per correre (e non solo nella mia, sono certo).

Ogni volta la ascolto con piacere – a parte per il fatto che è un pezzo super e mi riporta agli anni dell’adolescenza – perché è piena di cose tipicamente natalizie, anche un po’ stereotipate volendo, che fanno parte di tutti noi. Una di queste è il cibo e in particolare il dolce, nella sua variante natalizia che è quella del Panettone, con o senza canditi (non a voce alta, per piacere, non si fa non si fa) e del Pandoro. E cosa c’entra tutto questo con la corsa? C’entra eccome, perché corsa e dolci non sempre vanno d’accordo, soprattutto quando si preparano gare o si cercano di raggiungere obiettivi. Per me la rinuncia ai dolci è una privazione degna di essere annoverata tra le torture da inserire nella convenzione di Ginevra, e nel periodo natalizio Panettone e Pandoro fanno parte costante dei miei pasti, spesso sostituendo le amate paste con la crema a colazione.

Il Runner VS Pandoro e Panettone

COME FARE ALLORA?

Qui su RunLovers di Natali insieme a te ne abbiamo passati diversi, e i consigli su cosa mangiare e come sopravvivere alle mangiate natalizie sono tanti. Quello che mi sento di darti io, da runner a runner, è di non pensare troppo al peso in questo periodo, anche se stai preparando una gara (vera o virtuale, è valido in entrambi i casi), né stare a scervellarti in anticipo calcolando quante calorie ti fornirà una fetta di Panettone o di Pandoro. Non sono due o tre giorni di sgarro che ti faranno ingrassare otto chili, soprattutto se normalmente segui una dieta bilanciata e fai esercizio.

Se hai la fortuna di passare questo periodo con le persone che ami hai già fatto centro e il controllo del cibo e i programmi di corsa da seguire in maniera maniacale possono anche passare per qualche giorno in secondo piano. Se però vuoi comunque continuare a seguire il tuo piano di allenamento, ben venga. È l’opzione che credo di seguire anche io, senza stravolgimenti dovuti alle calorie in più e senza sbattermi troppo se le ripetute non saranno perfette. Siamo RunLovers, ci piace correre e ci piace passare del tempo in compagnia, e più che mai in periodi come questo dobbiamo saper dare la giusta importanza alle cose.

Proprio come diceva mia mamma, sai cosa diceva mia mamma?

Altri articoli come questo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.