“Non si molla un ca##o!”… Sei sicuro?

Tempo di lettura: 1 minuto

Per questo fine settimana abbiamo pensato di affrontare un argomento che nei social media sta imperando in modo incontrollato e, per certi versi, dannoso. Mi riferisco alla filosofia del “Non si molla un ca##o”.

Nell’episodio di Fuorisoglia, il nostro podcast, approfondiamo quanto possa essere dannoso questo modo finto-eroico di affrontare gli allenamenti e gli elementi. E cerchiamo di mettere un po’ d’ordine su quali siano i momenti in cui, invece, dobbiamo avere la capacità (e la saggezza) di fermarci.

Puoi ascoltare l’episodio con il player qui sotto oppure iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast.

Buon ascolto!

Ascolta “Episodio 9: la filosofia “Non si molla un ca##o!”” su Spreaker.

Come ascoltare Fuorisoglia?

Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori – che ci piacciono tanto.

 

Sullo stesso argomento:
Cosa fare quando non puoi correre?

 

(Photo by Michael Jin on Unsplash)

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

1 COMMENTO

  1. Purtroppo ho ascoltato questo episodio di Fuorisoglia durante un allenamento lungo nella preparazione per la mia prima maratona…dovevo fare 40 km e, pur avendone fatti 38 due settimane prima (comunque difficili da portare a termine, soprattutto negli ultimi 6 km…), ai 25 ho iniziato ad avvertire i primi segni di cedimento. Non so se fossero le scarpe troppo strette, oppure una stanchezza accumulata in seguito ad un surplus di allenamento (il giorno prima avevo corso 20 km a ritmo gara), fatto sta che al 33 esimo km ho deciso di fermarmi e continuare camminando. Ho iniziato il commento con la parola “Purtroppo” perché sentirvi parlare di non esagerare con gli allenamenti ossessivi in condizioni avverse, quindi con la filosofia del ” non si molla un c###o”, non ha funzionato da stimolo a superare un momento difficile durante l’allenamento ma piuttosto credo abbia contribuito alla decisione di mollare il colpo.
    A parte questo, e perfettamente consapevole che forse ho preteso troppo dal mio fisico per cui è andata benissimo così, vi faccio i complimenti per l’interessante episodio che ci avete regalato anche questa volta!
    ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.