La prova del Miglio Magico

C'è un metodo semplice per capire esattamente quale sarà la tua andatura in gara. Per conoscerlo devi correre il Magico Miglio, ma non è niente di mistico!

Articoli correlati

Le donne sono sempre più veloci e resistenti

La biologia ci insegna che il corpo maschile prevale su quello femminile. Ma fino a un certo punto (o a una certa distanza)

Come prepararsi a una gara, senza sapere quale

Quale programma seguire quando non sai che gara fare (quando poi la potrai fare)? Ecco qualche consiglio

La corsa e la qualità dell’aria

Correre fa stare all’aria aperta e fa star bene. Ma fa sempre bene stare all’aria aperta, specie quando non è poi così pulita?

Adattarsi alla temperatura e monitorare le prestazioni

La chiamiamo "la nostra palestra" e ne abbiamo tutti i motivi perché è proprio lì che sudiamo, ci alleniamo, ci divertiamo: per strada. Certo,...
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiJeff Galloway è un coach americano. Prepara atleti, studia per loro e con loro programmi di allenamento per raggiungere risultati attraverso il miglioramento costante determinato dall’applicazione di tabelle e schemi personalizzati.

Nel corso della sua carriera ha adottato diversi metodi ma, racconta, quello che gli ha fornito le previsioni più accurate è – come l’ha ribattezzato lui – il metodo del “Miglio Magico”.

Il nome, non è difficile da capire, deriva dal fatto che è una prova che si basa sulla corsa di un miglio (di strada ma meglio se è il circuito di un campo di atletica) e sull’interpolazione dei risultati con delle formule che lui ha studiato. La capacità di prevedere con precisione i risultati effettivi in gara – a prescindere dal tipo di runner e dalla sua preparazione – a detta di Galloway è impressionante per precisione.

Come si fa la prova del Miglio Magico? Eccolo spiegato (ma c’è anche un modo per calcolarlo online, alla fine).

La preparazione

Per eseguire correttamente la prova del Miglio Magico devi

  • Correre su pista (possibilmente): è meglio perché le distanze sono precise e non devi fare affidamento solo sul GPS che, come si sa, è preciso entro certi limiti.
  • Prepararsi a correrlo solo ogni 2/3 settimane ed eseguirlo una sola volta
  • Riscaldarsi prima ed effettuare 3/4 sprint da 100 metri circa per prepararsi. Gli sprint vanno fatti alla velocità che manterrai nel Miglio Magico e solo per una decina di passi
  • Esegui il primo MM mantenendo un’andatura sostenuta ma non estrema per i primi 3 giri per poi accelerare solo nell’ultimo. Registra i tempi di ogni giro. Ricorda che un miglio sono 4 giri (400 metri l’uno) più 9 metri e rotti (9,344 m, per l’esattezza)
  • Non correre su threadmill perché potrebbe non essere preciso né nella distanza calcolata né nel tempo che ti fornisce
  • Quando inizi il MM non sprintare ma cerca di andare subito all’andatura che “senti” e mantienila
  • Alla fine rilassati camminando.

Tutto qua? Sì! Circa. Ora bisogna interpretare i risultati.

Come leggere i risultati

Hai i tuoi numeri in mano? Ecco come li puoi convertire nella stima dei tuoi tempi in gara.

  • Aggiungi 33 secondi al tuo tempo sul MM e otterrai il tuo ritmo sui 5k
  • Moltiplica il tuo tempo sul MM per 1.15 e otterrai il tuo. ritmo sui 10k
  • Moltiplica il tuo tempo sul MM per 1.2 e otterrai il tuo ritmo sulla mezzamaratona
  • Moltiplica il tuo tempo sul MM per 1.3 e otterrai il tuo ritmo sulla maratona.

Se non hai voglia di fare tanti calcoli c’è uno strumento online nel sito di Galloway che li fa per te.

I risultati sono precisi solo a patto che si verifichino queste condizioni: non devi essere infortunato, la temperatura di gara deve essere inferiore ai 15°C e il percorso non deve prevedere cambi frequenti di altimetria (no colline, no rilievi).

Quindi, ci vuoi provare? Basta un campo di atletica, un cronometro e qualche moltiplicazione o somma. E conoscerai la tua velocità.

(Via Podium Runner)

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

Saucony Ride 13: correre in prima classe

Ammortizzate e confortevoli, grazie all'intersuola in PWRRUN e all'equilibrio, le Saucony Ride 13 sono perfette anche per le corse più lunghe

Nike Air Zoom Tempo NEXT%: ammortizzazione e propulsione

La famiglia NEXT% di Nike si allarga con l'arrivo delle tempo. Pensate per allenamenti veloci e gare, nascono per essere veloci, propulsive e ammortizzate.

Le donne sono sempre più veloci e resistenti

La biologia ci insegna che il corpo maschile prevale su quello femminile. Ma fino a un certo punto (o a una certa distanza)

Topo Athletic Ultrafly 3, e corri sui binari

Le Topo Ultrafly 3 hanno qualcosa che non tutte le scarpe da running hanno: l'equilibrio

La prova del Miglio Magico

C'è un metodo semplice per capire esattamente quale sarà la tua andatura in gara. Per conoscerlo devi correre il Magico Miglio, ma non è niente di mistico!

Scelti dalla redazione

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

6 consigli per correre al mattino presto

Non è facile svegliarsi presto al mattino e correre. Ma se segui questi consigli è più facile.