La playlist di Manuel Agnelli

Ha un gusto eclettico e un grandissimo talento musicale. Da lui non ti puoi aspettare solo rock ma anche classica ed elettronica. È Manuel Agnelli

Tempo di lettura: < 1 minutoIl bello (e il brutto, anche se è un brutto relativo e innocuo) della rete è che non sei mai sicuro che quello che vedi o leggi sia vero. Per esempio: capito su indicazione di non ricordo chi sulla playlist “Gli ascolti di Manuel Agnelli” e non so solo che è una playlist ufficiale che Spotify ha chiesto di compilare a Manuel Agnelli. Ma l’avrà davvero fatta lui? Conoscendo la cura che ha per la sua immagine direi di sì.

Approfondendo scopro che c’è anche un’altra playlist decisamente ufficiale (è di X-Factor) anche se ha qualche anno, anche perché Agnelli non è più giudice di quella trasmissione da una o due edizioni, ora non ricordo bene.

Importa in fondo quale sia ufficiale o chi abbia fatto cosa? Non poi molto: il gusto della selezione musicale è talmente eclettico che non può che essere agnelliano, quindi a entrambe concediamo il beneficio del dubbio facendo un ulteriore mesh up: ne creiamo una terza che non ha di certo fatto Manuel Agnelli ma che potrebbe aver fatto lui. È varia, è strana, è piena di ritmi e atmosfere diverse, è decisamente nel suo timbro e gusto.

Non ci sono sue canzoni, né degli Afterhours: ci sono solo i suoi gusti musicali e le sue scelte, vere o presunte (ma plausibili) che siano.

Del resto questa è la rete e questi sono i tempi correnti: non si è sicuri di niente salvo della bontà della buona musica.

Buon ascolto.

Avatar
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Altri articoli come questo

Allenarsi senza pensieri

Ciao, sono Sandro e ho un problema. Adesso dovresti dire «Ciao Sandro», come durante le riunioni dei PA, i Problematici Anonimi. Un problema che,...

RunLovers Back to 2000

Nel 2000 avevamo 20 anni di meno e qualcuno di voi non era ancora nato. Nel 2000 la musica non era poi tanto diversa da oggi. Nel 2000 ascoltavamo questa musica

La playlist della primestate

Quest'anno la primavera è stata un po' strana, quindi abbiamo pensato di festeggiarla unendola all'estate. Con i più successi del momento!

RunLovers The Lyrics: la playlist delle canzoni con i testi più belli

Il filo conduttore di questa playlist è la qualità dei testi delle sue tracce. Come già successo, l'abbiamo fatta assieme a voi, durante una live di questa lunga quarantena. Grazie ancora!

Una musica per darti pace

Il concerto di Colonia di Keith Jarrett ha una storia bellissima e difficile, e allora due volte bellissima. Perché è la storia di un capolavoro perfetto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.