Fitbit Sense, e ti conosci meglio

Il nuovo sportwatch Sense di Fitbit ha un paio di nuove funzionalità molto interessanti.

Articoli correlati

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

adidas Adizero Adios PRO: WTFast

adidas presenta la sua scarpa più veloce di sempre: la Adizero Adios PRO. Un concentrato di ricerca e tecnologia, con un'anima molto forte

Nike (M), la prima collezione pensata per la maternità

Nike ha pensato alla maternità di tutte le donne (atlete o meno) con una collezione dedicata a loro
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiIl bello della concorrenza, quando funziona, è che il consumatore ne trae benefici. Parlando di prodotti ad alto contenuto tecnologico, più elevata è la concorrenza, migliori saranno i prodotti, minori i prezzi e sempre più numerose le funzionalità dell’oggetto. Come si può competere infatti in un mercato agguerrito come quello degli smart/sport watch? Puoi solo inventarti nuove funzioni, possibilmente utili, e farti notare per quello che offri in più. Del resto non deve essere facile scontrarsi con una montagna come l’Apple Watch, che domina questo mercato ormai da anni.

Fitbit ci sta provando e con il suo nuovo Sense ha spinto proprio sull’introduzione di nuove funzioni che Apple farebbe bene a copiare, come ha notato il magazine online Input.

Dove eravamo rimasti?

Fitbit ha vissuto e sta ancora vivendo dei tempi complicati: dopo l’acquisizione da parte di Google ha continuato a sviluppare i suoi prodotti e a nutrire e curare la sua corposa platea di utenti (e i loro preziosissimi dati) e ha subito forti perdite sia azionarie che in termini di vendite. Un motivo è sicuramente da ricercare nella posizione dominante di Apple con il suo Watch ma anche in prodotti che non riuscivano a competervi. Nel frattempo il design è cambiato e si è spinto sempre più nella direzione di Cupertino, diluendo ancora di più la personalità di un brand che non molti anni fa dominava il mercato.

Ora parrebbe che qualcosa sia cambiato. Non tanto nel design – che fa assomigliare il Sense e altri sportwatch di Fitbit a degli Apple Watch un po’ più bassi e quadrotti – quanto nelle funzionalità.

Il nuovo Sense fa tutto quello che ti aspetti da uno Sportwatch: lo puoi usare per rispondere alle telefonate, per ascoltare musica, per tracciare le tue attività sportive ecc. Tutte cose che non fanno neanche più notizia e che tanti altri sportwatch fanno da anni.
Quello che lo differenzia dalla concorrenza e lo rende diverso sono due funzionalità particolari: la rilevazione dei livelli di stress e la temperatura corporea.

Grazie a un sensore che rivela l’attività elettrodermica, Sense può infatti capire i tuoi livelli di stress e proporti attività di meditazione per calmarti, in caso fossi molto sotto tensione. Attraverso il livello di stress può inoltre anche intuire che umore hai.

L’altra importante funzione è quella della lettura della temperatura corporea, e sai bene quanto sia un dato importante da conoscere, specie dopo questi ultimi travagliati mesi.

Visione olistica

Forse la stella di Fitbit ha brillato un po’ meno negli ultimi anni ma di certo non si è persa la motivazione che ha sempre spinto la casa americana verso una visione olistica della vita, cioè costruita sull’equilibrio di diverse componenti: non solo quella atletica ma anche la qualità del sonno (che Sense traccia secondo diversi parametri), dell’alimentazione e del benessere in generale. Movimento, stato d’animo, recupero e riposo: a questo badano Sense e in genere tutti i prodotti Fitbit.

E in più, fatto non trascurabile, ha delle batterie che durano 6 giorni e che si ricaricano in 12 minuti.

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

Saucony Ride 13: correre in prima classe

Ammortizzate e confortevoli, grazie all'intersuola in PWRRUN e all'equilibrio, le Saucony Ride 13 sono perfette anche per le corse più lunghe

Nike Air Zoom Tempo NEXT%: ammortizzazione e propulsione

La famiglia NEXT% di Nike si allarga con l'arrivo delle tempo. Pensate per allenamenti veloci e gare, nascono per essere veloci, propulsive e ammortizzate.

Le donne sono sempre più veloci e resistenti

La biologia ci insegna che il corpo maschile prevale su quello femminile. Ma fino a un certo punto (o a una certa distanza)

Topo Athletic Ultrafly 3, e corri sui binari

Le Topo Ultrafly 3 hanno qualcosa che non tutte le scarpe da running hanno: l'equilibrio

La prova del Miglio Magico

C'è un metodo semplice per capire esattamente quale sarà la tua andatura in gara. Per conoscerlo devi correre il Magico Miglio, ma non è niente di mistico!

Scelti dalla redazione

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

6 consigli per correre al mattino presto

Non è facile svegliarsi presto al mattino e correre. Ma se segui questi consigli è più facile.