E tu sei pronto per la “non carne” che “sa di carne”?

Tempo di lettura: 4 minuti

Qualche settimana fa orde di invasati (sottotitolo: io e miei amici veg e favorevoli a questa “religione”) si sono riversati alla Lidl perché nel banco frigo tronfio e coraggioso stazionava il BURGER NEXT LEVEL *Liftoff and Staging di Matt Morton in sottofondo*

Inutile dirti che dopo pochi minuti erano stati già fatti tutti fuori. Appostamenti zombie, che neanche in una pellicola di Romero, per accaparrarsi una confezione da due burger e attuazioni di piccole e vecchie strategie (tipo far amicizia con il commesso e chiedere l’orario preciso della sistemazione prodotti nel banco frigo). Sono stata tra le pochissime fortunate (sì, conoscevo il commesso lo confesso) ad accaparrarmi diverse confezioni da distribuire ad amici e parenti per una serata all’insegna dell’assaggio.

“Ma che cos’è questo Next Level, ce lo vuoi dire?”

Certamente! Sto qui apposta! Lidl ha lanciato il Next Level Burger che è ispirato al Beyond Meat. E se stai fissando lo schermo chiedendoti cosa sia il Beyond Meat non lamentarti se chiacchiero troppo :-P

Tutto nasce in America intorno al 2013 quando un nuovo prodotto, sostenuto e appoggiato da Bill Gates-fondatori di Twitter e altri nomi importantissimi, vede luce. Un burger vegano al cento per cento ma che per gusto, aspetto e consistenza mira a emulare la carne. Dopo anni estenuanti di ricerca quello che era solo un sogno lontano è diventato realtà. La prima domanda che sicuramente ti stai ponendo è: “perché un vegetariano/vegano dovrebbe voler mangiare qualcosa che somigli alla carne?”.

Sullo stesso argomento:
Papà RunLovers, Auguri!

Difatti questo prodotto non è pensato per chi come me ha deciso un altro tipo di percorso alimentare ma per chi, al contrario, sostiene di non poter fare a meno della carne. Chiaramente anche i veg-Human (chiamiamo questa stramba razza -a cui appartengo- così? In questo clima Romero ci sta bene, no?) ne possono fare uso perché sottospecie della specie regina votata al sapore veg esistono branchie di malinconici che quel sapore vorrebbero riprovarlo ma che per questioni etiche/fattisuoi non possono.

Il Beyond Meat ha stupito tutti perché il gusto è davvero molto simile alla carne e l’aspetto potrebbe facilmente trarre in inganno chiunque; figuriamoci dentro un panino con pomodoro e salsette: difficile davvero identificarne la provenienza. In America il prodotto Beyond Meat nonostante il prezzo  (intorno ai 12 dollari per due)ha riscosso un incredibile successo e per questo motivo Lidl ha voluto controbattere con il Next Level che mira a diventare un prodotto di punta e in catalogo permanente (no, se mi leggi adesso non provare neanche a chiedere. Sono andati a ruba e riforniranno tra qualche settimana).

I Burger vegani e di origine vegetali non solo sono una tendenza e un bisogno per i veg-Human ma sono diventati NECESSARI. Scritto maiuscolo e urlato. Perché se al mondo abbiamo tolto tutto e scheletrici Orsi non sopravvivono ai Ghiacciai sciolti la colpa è nostra e in qualche modo dobbiamo cominciare a rimediare. I Next level hanno avuto un prezzo di lancio di 2.99 e arriveranno intorno ai 4 euro prossimamente; risparmieranno anche sulle emissioni di anidride carbonica producendo in Germania e punteranno a mantenere un prezzo accessibile proprio per promuoverli, divulgarli e farli arrivare in più tavole.

Sullo stesso argomento:
Sentire il proprio corpo

Devo dirti che a me ha lasciato letteralmente sbalordito il Next Level e non sono riuscita a mangiarlo proprio perché sa di carne. Non sono attendibile perché il sapore della carne non la sento in bocca da 20 anni e anche prima non è che ne andassi pazza ma questa sensazione non l’ho provata solo io. Tanti amici a cui ho fatto provare il Next Level -anche i più incalliti e votati alla “carne sempre e comunque”- sbalorditi hanno detto di volerlo provare e riprovare e inserirlo nella loro dieta. Ha conquistato tutti il Next Level e da fonti certe so che il Beyond Meat è ancor più verosimile. Peccato che in italia dovremo aspettare un po’ per il Beyond Meat. Ci sono notizie che lo vogliono presente nel catalogo di alcuni supermercati del Nord Est ma non lasciarti fregare perché non è vero (sì, hanno già fregato noi! Siamo andati in avanscoperta per te facendo ricerche su ricerche e no: in italia non esiste traccia del Beyond Meat. Forse qualcosa di surgelato ma dobbiamo ancora aspettare. E noi saremo i primi a fartelo sapere. Per questo motivo consiglio di seguirci anche su Instagram. Lo fai vero?)

Che sia Beyond Meat o Lext Level (o il prodotto che anche Nestlè sta producendo e altri infiniti ne seguiranno) questa è una vera e propria rivoluzione! Proteine dei piselli, verdure, poca soia in alcuni, succo di barbabietola, grano sono gli ingredienti. Il prezzo esoso del Beyond è giustificato da anni di ricerca, tecniche e tutto quello che può starci, chiaramente, dietro un lancio del genere.

Sullo stesso argomento:
Un viaggio nell'Italia che corre

Un’ottima opzione per chi vuole introdurre alternative vegetali alla carne nella sua dieta abituale, è stato ripetuto a gran voce dai vari colossi. E sì, dovremmo anche noi far nostra questa frase. È importantissimo introdurre alternative vegetali perché non solo il nostro corpo ne ha bisogno ma anche la nostra terra.

E non bisognerebbe mai dimenticare che è nostra. Che ci ospita, accoglie e ci permette di vivere. Fare morire la propria madre comune con così tanta barbaria e cattiveria ci classifica come la specie più sanguinaria e orrenda che l’abbia abitata.

A volte meriteremo noi di essere mangiati.

Peace and Love e mangia quello che vuoi. Ma fregartene degli altri esseri viventi, della terra e di te stesso proprio no. È da trogloditi.

CONDIVIDI
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla a quella sciacquetta di Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? Ha pubblicato per Mondadori "Le ricette di Maghetta Streghetta", best seller in cima alle classifiche nelle categorie: gnomi da giardino, unicorni e cani retriever. Ti consigliamo di comprarlo - seriamente: è in cima alla classifica "cucina per le feste" - e di leggerla; il ricavato andrà all'AIRC quindi avrai un bel libro e contribuirai alla ricerca!

1 COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.