Dimagrire con la corsa

Tempo di lettura: 2 minuti

Non nascondiamoci dietro a un dito: moltissimi di noi hanno iniziato a correre per mantenersi in forma o per perdere qualche chilo accumulato durante l’inverno. E poi ci siamo scordati perché avessimo iniziato a correre, perché la corsa è così bella che fa passare in secondo piano il fatto che faccia perdere chili.

Però un episodio di Fuorisoglia su come dimagrire con la corsa era dovuto. E quindi eccoci, con la dodicesima puntata che parla proprio di questo.

È giusto dire fin d’ora che qualche chilo in più non fa male e tutti i nostri consigli sono legati soprattutto ad acquisire buone abitudini – sia sportive che alimentari o mentali. Mentre, se vuoi fare una dieta “seria”, l’unico approccio corretto è rivolgersi a dietologi o nutrizionisti che – in base alle tue caratteristiche e alle tue abitudini – sapranno darti la soluzione più adatta alle tue necessità. Soprattutto è importante diffidare dai prodotti miracolosi o dalle diete fatte “per tutti”. Ascolta lo zio!

Ma so che vuoi soddisfare subito la tua curiosità e quindi puoi ascoltare subito questo bellissimo episodio con il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast (le trovi tutte qui) e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà una nuova puntata.

Buon ascolto!

Ascolta “Episodio 12: dimagrire con la corsa” su Spreaker.

Come ascoltare Fuorisoglia?

Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori – che ci piacciono tanto.

 

Sullo stesso argomento:
Le cose più assurde che ti hanno chiesto sulla corsa

 

(Credits immagine principale: saje on DepositPhotos.com)

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

3 COMMENTI

  1. Una domanda: avete parlato di ossa. Grosse o meno e più o meno pesanti… Però è un caso se non ci sono nuotatori agonisti (non solo mostri come Phelps) di alto livello di razza africana (o afroamericana, creola ecc ecc) e neanche ciclisti adesso che ci penso… Non può avere a che fare col galleggiamento e con le ossa? Non dico grosse ma pesanti. Si deve al rapporto massa magra/massa grassa? Ma gli atleti d’elite, soprattutto di endurance, hanno quantità di grasso minime quindi come si spiega?

    • Simone Manuel ha vinto i 100 metri stile libero alle ultime olimpiadi e sfata questa tesi (ma anche Alia Shanee Atkinson o Oussama Mellouli, solo per citarne alcuni).

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.