Crea il tuo allenamento

Gli obiettivi sono limiti che vogliamo superare. Per riuscirci serve un programma: di allenamento, in questo caso!

Articoli correlati

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Le donne sono sempre più veloci e resistenti

La biologia ci insegna che il corpo maschile prevale su quello femminile. Ma fino a un certo punto (o a una certa distanza)

La prova del Miglio Magico

C'è un metodo semplice per capire esattamente quale sarà la tua andatura in gara. Per conoscerlo devi correre il Magico Miglio, ma non è niente di mistico!
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiAlla fine è tutto, sempre, una questione di preparazione. Lo impari fin dai primi giorni di scuola: per passare le prove devi aver studiato. In età adulta le prove diventano altre e spesso non c’è scuola che ti insegna ad affrontarle.

C’è però qualcosa che sopravvive di quei giorni: il gioco, che da grandi diventa lo sport. Anche quello ha delle regole e la prima e più importante è che per partecipare devi essere preparato. Devi esserti allenato. Devi essertici dedicato.

Se hai appena iniziato a correre o se non l’hai mai fatto in maniera scientifica è improbabile che tu abbia un allenatore dedicato. Però hai bisogno di un programma, cioè di un piano per migliorare e poter continuare a… giocare.

Non c’è problema: il piano te lo puoi creare tu. Per farlo hai bisogno di un obiettivo e di qualche tecnica costruttiva. È un po’ come costruire un edificio: hai un progetto e devi mettere mattone sopra mattone. Il progetto è la gara che devi fare (o l’obiettivo che ti sei dato: restare in forma, rilassarti, stare con gli amici)  e le tecniche per arrivarci sono basate sulla conoscenza delle tue prestazioni e delle basi su cui erigere la preparazione. Per poi, passo dopo passo, migliorare la tua capacità di affrontare le sfide e superarle.

Ci sono ancora tante analogie fra la costruzione di una casa e un programma di allenamento: il tempo, la sapienza, la testardaggine, la volontà. L’unica differenza è che qui sei solo: al più puoi contare sulla motivazione che ti danno gli amici o un allenatore ma la forza ce la devi mettere tutta tu.

Le tappe da seguire te le indichiamo in questo episodio di Fuorisoglia.

Ascoltaci

Puoi sentire la puntata subito usando il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast (le trovi tutte qui) e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà una nuova puntata.

Buon ascolto!

Ascolta “Episodio 25: Crea il tuo allenamento” su Spreaker. Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori – che ci piacciono tanto.

 

 

(Photo by Marten Bjork on Unsplash)

Altri articoli

1 COMMENT

  1. Importante la riflessione sull’importanza del recupero. Ma le ripetute sono proprio necessarie per andare forte ? E’ dimostrato che coloro che alle ripetute preferiscono il fartlek (che genera adattamenti fisiologici simili) si infortunano molto meno e anche se probabilmente non raggiungono il proprio potenziale, applicandosi, ci arrivano molto vicino. Un approccio periodo che nel medio periodo potrebbe pagare di più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

Saucony Ride 13: correre in prima classe

Ammortizzate e confortevoli, grazie all'intersuola in PWRRUN e all'equilibrio, le Saucony Ride 13 sono perfette anche per le corse più lunghe

Nike Air Zoom Tempo NEXT%: ammortizzazione e propulsione

La famiglia NEXT% di Nike si allarga con l'arrivo delle tempo. Pensate per allenamenti veloci e gare, nascono per essere veloci, propulsive e ammortizzate.

Le donne sono sempre più veloci e resistenti

La biologia ci insegna che il corpo maschile prevale su quello femminile. Ma fino a un certo punto (o a una certa distanza)

Scelti dalla redazione

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

I test per misurare le prestazioni

In questa puntata di Fuorisoglia parliamo di quali test fare per capire le tue prestazioni nella corsa. Come sta il tuoi fisico? Come puoi migliorarti? Dal più semplice al più complesso, saprai tutto!

I test per conoscere meglio il tuo corpo

Una serie di test per conoscere meglio la tua condizione fisica

La prova dei 10 chilometri “tranquilli”

Un test molto interessante da svolgere su 10 Km - distanza che unisce velocità e resistenza - per misurare il risultato dei tuoi allenamenti senza caricare troppo.

6 consigli per correre al mattino presto

Non è facile svegliarsi presto al mattino e correre. Ma se segui questi consigli è più facile.