Cosa fare quando non puoi correre?

Costretti a casa dal coronavirus cosa possiamo fare? Mille e una cosa!

Tempo di lettura: 2 minuti

Costretti a casa come tutti, inauguriamo con questa puntata un segmento della stagione di Fuorisoglia che non ha numerazione progressiva, o meglio: ha una numerazione propria e si riferisce al tremendo virus COVID-19 che ci ha obbligati a quelli che scherzosamente definiamo “domicili forzati”. La nostra speranza è, naturalmente, che questa parentesi nella usuale programmazione duri il meno possibile ma pensiamo anche che il dopo (che inevitabilmente e per fortuna arriverà) sia un’occasione per ripensare un po’ tutto: noi, la società in cui viviamo, i rapporti personali e la nostra vita. Per migliorare tutto, ovviamente!

Siccome dobbiamo restarcene a casa abbiamo pensato di suggerirti come impegnare il tuo tempo libero. Anche se lavori avrai del tempo a disposizione per ascoltare musica, leggere, guardare film o serie TV. Oppure per fare da mangiare e ascoltare altri podcast, e magari farlo contemporaneamente! Insomma: non ti suggeriamo ricette perché non ne siamo titolati ma ti consigliamo invece cose da fare, leggere, ascoltare. Per mettere il più possibile a frutto questo periodo e per viverlo come una pausa di riflessione e non come una prigionia.

Puoi ascoltare l’episodio con il player qui sotto, oppure puoi iscriverti utilizzando le più comuni piattaforme podcast e ricevere le notifiche ogni volta che uscirà un nuovo episodio.

Buon ascolto!

Ascolta “Speciale CoViD: Parte 1” su Spreaker.
Trovi Fuorisoglia su:

Basta cliccare i link per andare direttamente alle pagine di Fuorisoglia, poi è sufficiente che tu prema “Segui” e il gioco è fatto: potrai ascoltare “live” o scaricare gli episodi. Oppure, se hai moltissima fretta e curiosità, puoi anche usare il player qui in basso.

È un ascolto perfetto per qualunque momento: mentre corri, viaggi, ti rilassi, fai stretching, oppure durante una cenetta romantica tra runner. ;)

E ricorda di lasciarci un commento, tante stelline e cuori – che ci piacciono tanto.

 

Sullo stesso argomento:
Due biscottini dopo il Natale ci stanno sempre

 

(Photo by Polina Rytova on Unsplash)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

2 COMMENTI

  1. Grazie per la compagnia ed i suggerimenti! Ma come si scrive macox (twitter)? 😁
    ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.