Corre la maratona di Boston per scrivere un messaggio di speranza ma sbaglia

Articoli correlati

Brooks Virtual 5K per il Global Running Day: tutti insieme, anche fisicamente, in un’opera d’arte

Brooks, in occasione del Global Running Day, organizza una Virtual 5K per celebrare il running e creare un'opera d'arte con i partecipanti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 2 minutiLa maratona di Boston è stata posticipata ma, come ti abbiamo raccontato giorni fa, un runner l’ha corsa comunque, anche se da solo.

Ora si scopre che non era solo anche se a differenza di lui che ha seguito il percorso ufficiale, l’infermiera anestesista trentenne Lindsey Devers ha scelto un tragitto studiato apposta. Il suo lodevole intento – accuratamente pianificato una volta saputo che la maratona non si sarebbe tenuta e per non vanificare la preparazione fatta nei sei mesi precedenti – era quello di tracciarsi con Strava e di comporre il famoso motto della Boston Marathon: “BOSTON STRONG”.

Comporre figure, disegni e scritte con il GPS non è una novità ma in questo caso l’intento di Lindsey non era goliardico ma serio: “Visto che non posso correrla” si deve essere detta “lasciamo almeno che la mia impresa solitaria si trasformi in un messaggio di pace e di augurio”. Il motto “Boston forte” è un incitamento: può significare anche “Boston, sii forte” o “La forza di Boston”. Insomma, un messaggio positivo in un periodo difficile per tutto il mondo.

Qualcosa è andato storto

Lindsey aveva studiato il percorso individuandolo in una porzione di città in cui i blocchi di edifici sono disposti in maniera regolare e geometrica in modo da facilitare la composizione di lettere. Per coprire tutta la distanza della maratona ha dovuto ritornare più volte sui suoi passi eppure – forse l’eccitazione o la stanchezza o semplicemente la distrazione – non si è accorta di aver sbagliato lo spelling e di aver composto la scritta “Boston Strog”, che non significa niente e di certo non quello che voleva dire.

Chissà se la stanchezza o la levataccia le hanno giocato un brutto scherzo: presentatasi alla sua partenza alle 5:20 di lunedì mattina scorso con uno zaino pieno di acqua e gel, ha completato la distanza tagliando il traguardo ufficiale ma totalmente desolato dopo 4 ore.

L’atmosfera non era quella della solita Boston Marathon: ad aspettarla non c’era nessuno se non l’eccitazione per l’impresa compiuta. La sorpresa e il disappunto dopo aver scoperto di aver “scritto” le parole sbagliate non le hanno tolto la soddisfazione per l’opera compiuta.

Quando ha realizzato l’errore l’ha presa bene e si è fatta una risata, dicendo “Boston Strog: sono un’idiota”.

L’idea era buonissima Lindsey. L’esecuzione un po’ meno, ma sai cosa? Chissene: ci hai fatto ridere molto ed è bello come l’hai presa.

E poi potrai riprovarci il 14 setttembre quando si *dovrebbe* correre la Boston Marathon posticipata. Quel giorno non dovrai curarti dello spelling ma solo di divertirti. Per la seconda volta.

(Via Boston.com)

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

La Caesar Salad rivisitata di jamie Oliver

Perché a Jamie Oliver non si può non voler bene e si perdona pure l'aglio nella carbonara. Ah no. Questa non gliela perdoniamo. Ma andiamo avanti.

La playlist della primestate

Quest'anno la primavera è stata un po' strana, quindi abbiamo pensato di festeggiarla unendola all'estate. Con i più successi del momento!

Le gare virtuali sono il futuro, almeno quello più immediato

Prima di inorridire all’idea di una gara virtuale prova a pensare che ha anche i suoi punti forti

Brooks Virtual 5K per il Global Running Day: tutti insieme, anche fisicamente, in un’opera d’arte

Brooks, in occasione del Global Running Day, organizza una Virtual 5K per celebrare il running e creare un'opera d'arte con i partecipanti

Un modo per costruire la resistenza mentale

La resistenza fisica si allena con l’esercizio fisico. Quella mentale la si affina preparando la mente. A essere indifferente eppure focalizzata.

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Scelti dalla redazione

Siamo soli, facciamocene una ragione

La corsa è una metafora della vita, lo sappiamo bene. La fatica è nostra, i pensieri sono nostri, e la solitudine ne è una parte integrante. Che aiuta.

Una merenda perfetta i RunLovers

Un dolcetto che non si dimentica questo muffin -ma puoi fare anche plumcake, ciambelle o quello che ti piace di più- a base di banane.

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.