Come ridurre lo stress

Tempo di lettura: 2 minutiCompagno fedele delle vite di quasi tutti noi, lo stress è familiare – purtroppo – a tantissime persone. I ritmi accelerati della vita moderna, il lavoro, gli impegni o anche l’opposto, l’inattività forzata, le preoccupazioni per il futuro e qualsiasi difficoltà più o meno grande.

Tutte quelle elencate sono fonti di stress. Tutti bene o male ne soffriamo, e soffrine vuol dire che più ne siamo esposti più le conseguenze sono nefaste e problematiche.

Cos’è lo stress

Pur trattandosi di una condizione esistenziale molto diffusa al giorno d’oggi, le origini dello stress sono vecchie esattamente come l’uomo: la sua funzione è infatti quella di provocare una reazione nel corpo e nella mente di un individuo in pericolo. Quindi il motivo per il quale esiste lo stress è di proteggerci.

Limitatamente ai pericoli e agli imprevisti, lo stress è una risposta perfettamente naturale del corpo e della mente. Il problema è che quando questa condizione si prolunga nel tempo non può che provocare danni. Tipo: mal di testa, ansia, irritabilità, panico, accelerazione del battito cardiaco, ictus, ipertensione, aritmia, problemi digestivi, insonnia, tensione muscolare, depressione, ulcere e disfunzioni del sistema immunitario. E non è neanche tutto quello che è in grado di fare ma ti risparmio il resto del catalogo delle sfighe cliniche.

Respirare bene per stare meglio

Cosa fare?

Sarebbe facile dirti che basta correre e passa tutto ma in questo caso ci sono altri rimedi oltre alla corsa e, in genere, all’attività fisica, che va comunque benissimo per scaricare la tensione e far cambiare aria al cervello.

Il primo passo è quello di identificare l’origine dello stress che può essere generato da:
– L’ambiente in cui vivi/lavori
– Il tuo corpo
– La tua testa.

Come puoi facilmente intuire, l’ambiente e la testa sono legati: lo stress che ti provoca l’ambiente in cui vivi può influire sulla tua mente (e provocarti quindi ansia, insoddisfazione, disillusione, demotivazione e depressione) ma può anche avvenire il contrario. La mente può infatti in un certo senso prendere il controllo e decidere di lasciarsi mettere alla prova solo dalle situazioni sulle quali può intervenire. Quali situazioni, in altre parole, possono davvero produrre stress? Quelle sulle quali non hai il controllo (le altre persone, la città o la casa in cui vivi, il luogo di lavoro, la situazione sociale ecc.). È anche vero che però rispetto a queste situazioni puoi decidere come reagire. In altre parole e come spesso ti diciamo:

Non conta quello che ti succede ma come reagisci.

Qualche trucco

Ma ecco il regalo per te che hai letto sin qui: qualche consiglio per controllare lo stress con poca fatica:

  1. Conta fino a 10 prima di reagire a qualsiasi cosa ti accada
  2. Fai un semplicissimo esercizio di respirazione per controllare le tue reazioni e la tua risposta
  3. Cammina: davvero, se sei stressato vai a fare due passi
  4. Ovviamente: corri!
  5. Fai una cosa alla volta
  6. Dormi: per recuperare le forze e permettere al tuo cervello di fare quello che fa sognando: eliminare le tossine mentali della giornata appena trascorsa.

Va già meglio, no?

(Ispirato da Jamie Logie)

Avatar
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Altri articoli come questo

Corsa e Squat

Gli esercizi a corpo libero sono molto utili per migliorare la nostra corsa. Ecco una breve routine da fare in casa con gli squat.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Corriamo per andare più lentamente

Sembra un paradosso ma lo è fino a un certo punto: quando corriamo andiamo più veloci ma in realtà vogliamo rallentare per riappropriarci del nostro tempo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.