Allenarsi col caldo ha anche dei lati positivi

Articoli correlati

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Basta pancia! Ecco come farla diminuire in poche mosse

Come diminuire la pancia? Con la triade: alimentazione, allenamento e recupero/riposo. E qualche accorgimento.

L’allenamento per principianti per fortificare i muscoli

Specie quando hai iniziato da poco a correre ti concentri solo su quello: correre. Invece è meglio fare anche altri esercizi per fortificare il resto del corpo
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: 3 minutiNella vita di tutti noi ci sono delle costanti inevitabili. Non parlo delle tasse o della morte – almeno non in questa occasione: parlo delle stagioni e del loro susseguirsi. Non è una sorpresa che dopo l’inverno venga la primavera e poi l’estate e infine l’autunno. Non è quindi nemmeno una sorpresa che dopo le piacevoli temperature della primavera arrivino quelle più intollerabili e calde dell’estate. Eppure gli allenamenti non si fermano e la voglia di correre non è stagionale. Si continua a farlo, cambiando orari e abitudini e accorgimenti, bevendo di più, coprendosi la testa ecc. ma si continua a correre.

Non tutto il male viene per nuocere

Se continui ad allenarti anche d’estate, sappi che la sofferenza che stai provando verrà ripagata.

Di che sofferenza parlo? Cosa significa correre con il caldo è presto detto: te ne puoi accorgere facilmente misurando le tue prestazioni medie e confrontandole con quelle che ottieni con il caldo. Ti accorgerai che l’affanno e il carico di lavoro in più necessari per far lavorare sotto sforzo il tuo corpo in condizioni ambientali più faticose diminuiscono le tue performance medie fino al 20%. In altre parole, per mantenere i tuoi ritmi invernali o primaverili devi fare fino al 20% di fatica in più. Oppure, cosa più probabile, a parità di sforzo, con il caldo corri più lentamente anche del 20%.

Eppure anche un allenamento del genere ha i suoi lati positivi: più abitui il corpo a lavorare in condizioni difficili o anche estreme, più alzi la sua tolleranza media allo sforzo. In altri termini, spostando l’asticella della resistenza in alto, migliori la tua capacità media di sopportare certi sforzi, anche pesanti.

Vedila così: esattamente come le ripetute servono ad aumentare in maniera controllata la capacità del cuore di sopportare sforzi esplosivi e impennate di lavoro, l’allenamento al caldo abitua il tuo fisico a operare in condizioni più faticose. Si può dire che il caldo è come un ciclo di ripetute “ambientali”.

Come affrontarlo?

Qualche consiglio, prima di tutto

Se cambiano le condizioni esterne, devono cambiare anche le modalità con cui ti alleni. Innanzitutto devi idratarti più frequentemente, sia prima che dopo e soprattutto durante l’allenamento. La regola d’oro richiede di portarsi qualcosa da bere oppure di scegliere percorsi in cui sai esserci fontanelle pubbliche.

È anche opportuno scegliere orari in cui la temperatura sia più mite, evitando le ore più soleggiate.

Sopravvive chi si adatta

La buona notizia è che, entro certi limiti, il corpo si adatta alle condizioni ambientali mutate. Normalmente entro la prima settimana di allenamento al caldo arriverai a trovare le mutate condizioni *quasi* normali. Ciò non significa che sarà come correre in inverno o con una temperatura mite ma, quantomeno, troverai progressivamente sempre più tollerabili le temperature.

Dicevamo che il caldo è una specie di ripetuta ambientale: i suoi benefici si manifestano anche e soprattutto perché aumentano le prestazioni (perché trovi che condizioni più estreme sono sempre più gestibili, a patto di allenarti) o permettono dopo un po’ di tempo di mantenere le capacità medie ottenute in condizioni di temperatura normali.

La ricerca ha stabilito che chi si è allenato con il caldo sperimenta aumenti di prestazione in autunno parti al 10% in più. In altre parole, allenandoti in situazioni più o meno estreme puoi ottenere un significativo incremento delle tue prestazioni.

Questo sforzo ti sarà utile

Continuare ad allenarti anche con il caldo e stando attento alle condizioni di sicurezza, ti permette insomma di elevare le prestazioni medie: il corpo infatti inizialmente si adegua e poi migliora la propria resistenza. Ecco perché l’allenamento al caldo può essere visto in maniera più estesa come uno dei migliori allenamento in previsione dell’autunno.

Quando correre ti sembrerà molto più facile di un anno o più fa, quando d’estate non correvi per il caldo, non sapendo che anche quello avrebbe potuto avere una sua utilità.

- Advertisement -

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

New Balance Fresh Foam More v2 e Trail v1: do more

Su strada e fuori strada: New Balance presenta due importanti novità che promettono ammortizzazione, sicurezza e leggerezza

Lo strano caso delle scarpe LIDL

LIDL ha messo in vendita delle sneaker per cui tutti sono impazziti, fino a pagarle cifre assurde

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

La bici nell’Ironman

Per molti versi, la prestazione in un ironman si decide nella frazione in bici. Ecco come affrontarla, pianificarla e gestirla al meglio.

Correre con il caldo

Se non vuoi rinunciare a correre anche d'estate e col caldo, almeno fallo seguendo i consigli di RunLovers.