Un nuovo modo per allenarsi in piscina

Tempo di lettura: 4 minuti

Il nuoto è sicuramente uno degli sport di endurance più praticato in assoluto.

Il numero delle persone che si dedicano a questa attività non è limitato agli specialisti. Troviamo infatti tantissime persone che lo usano come sistema per tenersi o rimettersi in forma o come cross training.

Il cross training prevede la possibilità di allenare uno sport alternativo rispetto a quello principale, che per te sarà sicuramente la corsa, in modo da ottenerne comunque dei benefici in termini di prestazione o recupero. A testimonianza della sua diffusione ormai ogni palestra mette a disposizione degli atleti una vasca più o meno piccola (solitamente dai 15 ai 25 metri) per offrire un’opportunità in più di allenamento. Le vasche più piccole sono inadatte – se ti consideri un nuotatore esperto – perché ti costringono a continue virate riducendo al minimo la parte di nuoto effettivo.

La Endless Pool

La Endless Pool è un’alternativa alla vasca tradizionale che sta cominciando a diffondersi sul mercato. La Endless Pool è particolarmente adatta ai triathleti e ai nuotatori di fondo perché rappresenta la migliore soluzione indoor per simulare e allenare il nuoto in acque libere pur essendo una vasca di piccole dimensioni con una modesta profondità.

All’interno, infatti, viene inserito un motore che eroga un getto d’acqua a una velocità facilmente regolabile, tramite un semplice telecomando o attraverso un applicazione molto sofisticata che consente la realizzazione di workout lunghi e articolati. È uno strumento particolarmente adatto anche ai principianti o a chi ha qualche timore nell’affrontare all’inizio l’impatto delle acque libere o la profondità di alcune piscine. Un ambiente piccolo e accogliente che ti permette di rompere facilmente il ghiaccio con una disciplina molto tecnica praticata in un ambiente meno naturale per l’uomo rispetto alla strada su cui corriamo.

Sullo stesso argomento:
Gli allenamenti combinati indoor

Una simulazione reale

La Endless Pool ha inoltre il vantaggio di offrire un modello di prestazione molto vicino a quello della gara di nuoto in acque libere e quindi anche della prima frazione del triathlon. Offre la possibilità di nuotare in continuo avanzamento senza mai dover interrompere il ritmo di bracciata ad ogni virata (25/50m) e, soprattutto, senza sfruttare la spinta di gambe dal muretto all’inizio di ogni vasca. Non dimentichiamo che a un nuotatore esperto la virata di fondo vasca garantisce allo stesso tempo uno scivolamento di diversi metri e al contempo una fase di recupero per le braccia. Questo, nella Endless Pool, non avviene.

Quindi è come nuotare in acque libere, ed è anche molto efficiente: nessuna virata, nessun nuotatore con cui condividere la corsia, nessuna pausa al muretto. Senza le virate si può valutare una misura più precisa della propria resistenza al nuoto continuo.

Anche a livello mentale rappresenta una opportunità di crescita perché è necessario mantenere una nuotata continua nel tempo e costante nell’intensità senza avere il traguardo vicino del fondo vasca. L’idea di dover nuotare senza un orizzonte fisico definito è una componente importante del nuoto dentro una endless pool

La corrente contraria è regolabile sia manualmente con un semplice telecomando che elettronicamente attraverso un’applicazione. Questa permette di preimpostare workout completi con variazioni di intensità e durata in base agli obiettivi di ogni atleta e di ogni singolo allenamento. In questo modo potrai nuotare anche per sessioni molto lunghe variando più volte l’intensità senza mai aver bisogno di fermarti. Potrai quindi allenare variazioni di ritmo o sessioni in progressione sfruttando a dovere i vantaggi di uno strumento di allenamento moderno e altamente tecnologico.

Sullo stesso argomento:
Migliora il tuo allenamento utilizzando il recupero

La Endless Pool è quindi in grado di riprodurre intensità e sensazioni del nuoto in acque libere sotto diversi punti di vista. Il flusso che fuoriesce dal motore genera anche delle turbolenze che ricordano quelle del moto ondoso.

Il vantaggio principale

Ma il più grande valore aggiunto che puoi ottenere dal nuoto controcorrente è il miglioramento tecnico. Per due motivi fondamentali:

  • Ogni corsia di Endless Pool è infatti dotata di due specchi molto grandi. Uno posizionato sul fondo e uno obliquo davanti al nuotatore. I due specchi permettono di analizzare e controllare la correttezza dei movimenti. Lo specchio sottostante ti consente di visionare il rollio, il movimento del corpo e la correttezza della fase di spinta della bracciata. Lo specchio inclinato posizionato frontalmente permette di visualizzare molto bene l’ingresso in acqua del braccio, la fase della trazione e la posizione della testa. Se nel nuoto fai fatica ad acquisire un gesto tecnico corretto, la Endless Pool ti permetterà di verificare la tecnica di nuotata in diretta. Molto utile anche per i nuotatori più esperti quando riscontrano un peggioramento tecnico con il sopraggiungere della stanchezza.
  • Durante una lezione di nuoto nella Endless Pool, la continua vicinanza tra coach e nuotatore permette un maggior numero di contatti e di correzioni senza dover aspettare ogni volta 25 o 50 metri come nelle vasche tradizionali. Nell’ambito dell’analisi tecnica è importante sottolineare come sia molto più efficace l’analisi video perché ci troviamo nella situazione ideale di poter riprendere un soggetto che nuota ma privo di avanzamento effettivo. Quindi durante le riprese sia il soggetto che la macchina sono fermi. La qualità delle immagini ne guadagna molto e di conseguenza anche l’analisi del contenuto.
Sullo stesso argomento:
Allenare il VO2max

Utilizzando questo dispositivo di allenamento, potrai ottenere dei progressi tecnici molto più veloci rispetto alle precedenti esperienze in vasca tradizionale.

In sintesi, la Endless Pool è un sistema di allenamento molto efficace. È adatto sia per il nuotatore avanzato che ha bisogno di allenare la resistenza sulle lunghe distanze in acque libere. Ma, nello stesso tempo, è utilissimo per i neofiti che hanno bisogno di un ambiente rassicurante e sicuro per imparare la tecnica di nuoto e provare il gesto specifico del nuoto continuo in acque libere.

Anche per te potrebbe essere il primo step che poi ti porterà al debutto nella prima gara di triathlon o di nuoto in acque libere.

 

(credits immagine principale: lightpoet on DepositPhotos.com)

CONDIVIDI
Paolo Barbera è coach e atleta. Ormai si è perso il conto sia degli Ironman a cui ha partecipato che di quelli in cui ha gareggiato accompagnando i suoi atleti passo dopo passo. Allena sia online che presso Tri60, la struttura che ha fondato con un concept innovativo: una palestra dove si possa allenare interamente il triathlon grazie ai supporti più innovativi. Paolo va forte, in ogni senso!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.