Riciclare per un pianeta migliore, con ASICS

ASICS si è impegnata a ridurre l'impatto dei propri prodotti sul pianeta grazie a un programma di riciclo dell'abbigliamento e delle scarpe usate

Tempo di lettura: 2 minuti

La salvaguardia dello stupendo pianeta Terra in cui amiamo così tanto correre passa anche per i comportamenti responsabili. Dall’attento consumo delle energie non rinnovabili al riciclo di ciò che non usiamo più, tutto serve a rendere il mondo un posto migliore, conservandolo per lasciarlo in eredità ai nostri figli. Magari in forma migliore di come l’abbiamo trovato.

L’impegno di ASICS

In questo senso ASICS si è impegnata a ridurre le emissioni di gas a effetto serra relative al prodotto del 55% a livello mondiale entro il 2030, implementando programmi di riciclaggio dei prodotti in otto dei suoi più grandi eventi sponsorizzati in Europa nel 2019.

Come lo fa? Invitando tutti i runner che parteciperanno a questi eventi a portare abbigliamento tecnico e scarpe che non usano più nei centri di raccolta predisposti in modo da poterli riciclare.

Grazie alla collaborazione con I: CO – un importante
innovatore nella raccolta sostenibile, il riutilizzo e il riciclaggio di
abbigliamento e calzature – ASICS Europe ha creato un programma che consente il riciclaggio e il riutilizzo dei suoi prodotti in otto maratone in tutta l’area EMEA (Europa, Medio Oriente e Asia).

Dove e come?

Potrai riciclare il tuo vecchio abbigliamento e le tue scarpe alla Maratona di Barcellona il 10 marzo prossimo presso il Barcelona Marathon Expo o al flagship store ASICS di Barcellona, ​​situato in Avinguda Diagonal. Come ringraziamento per aver collaborato con ASICS a un mondo più sostenibile, riceverai un buono sconto che potrai utilizzare per un prossimo acquisto.

Sullo stesso argomento:
La mia Laugavegur Ultra Marathon, ovvero come sono diventato un ultra maratoneta

ASICS si impegna inoltre a produrre con materiali sostenibili qualsiasi capo sviluppato per il merchandising o a scopo promozionale per gli eventi sportivi in questione.

Il programma sarà attivo in Europa anche alle maratone di Parigi e Stoccolma, oltre alle altre che rientrano nell’area EMEA. Ma se parteciperai a quelle europee ricordati di mettere in valigia anche le cose che non usi più: ASICS penserà a farne buon uso, per un mondo migliore :)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.