Nike Epic React Flyknit 2: gli anni ’90, aggiornati

Gli anni '80 nelle colorazioni dell'intersuola delle Nike Epic React Flyknit 2 e la tecnologia del 2019 nella sostanza:

Nike ha presentato le Epic React Fkyknit 2. Un aggiornamento sostanzioso del primo modello che presenta numerose novità. Alcune appariscenti come i colori sgargianti tipici degli anni ’90 e altre meno evidenti ma più tecniche. Ma vediamole in dettaglio.

Tomaia

Si conferma la tomaia in Flyknit. Leggerissima, elastica, tessuta e composta senza cuciture. Una particolarità ormai imprescindibile per alcuni modelli Nike. La sua capacità di contenere le spinte più potenti grazie alla trama a diverse densità permette di correre con una scarpa che si adatta al piede ma non costringe mai.

Intersuola

Oltre alle colorazioni anni ’90 – per l’occasione chiamate “8-bit” e “Pixel” – è la tecnologia della mescola dell’intersuola Nike React che garantisce il miglior ritorno di energia, pur essendo leggera e morbida.

Le scolpiture sui fianchi rispondono a esigenze rilevate nei test di laboratorio. Il materiale utilizzato è il solo necessario a permettere il massimo delle prestazioni mentre ogni eccesso è stato eliminato per ottenere la massima leggerezza.

Anche il battistrada è stato studiato per minimizzare l’utilizzo di materiale e massimizzare le prestazioni e la durata della gomma.

Dove? Come? Quando?

Le Nike Epic React Flyknit 2 con la colorazione “8-bit” in grigio sarà disponibile dal 17 gennaio solo per i Nike members, mentre la colorazione “pixel” sarà disponibile dal 31 gennaio su nike.com e presso i negozi selezionati.

 

LEGGI ANCHE:
Nike Air Zoom Pegasus 34, il piacevole stupore

 

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.