Tempo di lettura: 6 minuti

Esci in compagnia

Lo so, allenarsi da soli ha un certo fascino: ti fa sentire libero, in contatto con te stesso, indipendente. Ma l’uscita in compagnia ha altrettanti benefici: è divertente, il tempo passa molto più in fretta, si creano legami molto forti e – non ultimo – è molto più sicuro.
Soprattutto negli orari in cui la città è più deserta o nelle zone un po’ meno sicure, essere in due o in gruppo è un grande deterrente per evitare situazioni difficili o poco sicure.

Va’ su percorsi noti

Lo so, può essere un po’ noioso a volte ma conoscere la strada che si sta per percorrere è un grande aiuto per la sicurezza. Sappiamo quali possono essere le insidie, gli eventuali animali che possiamo incontrare, le situazioni di traffico critiche, in alcuni casi anche una buca in un marciapiede può essere un problema, no?!

E, se proprio vuoi cambiare percorso ma non ti senti sicuro, vai al punto precedente ed esci in compagnia.

Sii sempre riconoscibile

Lo ammetto: sono sensibile alle pubblicità che trovo online e, in questo caso, ho ceduto alle lusinghe. Esiste infatti un braccialetto in silicone nel quale vengono incisi i tuoi dati essenziali e i contatti di emergenza. Si chiama SafeSportID e, con poco più di 20€, può rendere la vita più facile ai nostri soccorritori in caso di situazioni spiacevoli.

Quest’ultimo paragrafo l’ho scritto toccando ferro: non si sa mai!

Mantieni il contatto con l’ambiente esterno

Mi riferisco soprattutto a chi corre con la musica. Può essere magico, a volte, isolarsi dal mondo esterno e correre con la musica a tutto volume, come in un film con una bellissima colonna sonora. Ed è bellissimo farlo solo in condizioni di assoluta sicurezza!

Il volume delle cuffie va sempre tenuto basso così da permetterci di sentire i rumori della strada e dell’ambiente circostante. Non sentire un clacson o una sirena può essere davvero poco piacevole!!!

Last but not least: diffida dei runner!

Come dice il vecchio adagio: “Diffida dei runner! Sono sempre loro a trovare i cadaveri nei parchi!“.

È una coincidenza? Non credo proprio. ;)

 

 

(Copyright immagine principale: gustavofrazao on DepositPhotos.com)

1 COMMENT

  1. Per quanto mi concerne io esco senza cellulare, ma nel portacellulare da braccio ho sempre la tessera sanitaria ben visibile.
    Se mi succede qualcosa voglio che sappiano chi sono e non che musica ascolto.

    Aggancio alla maglietta una luce intermittente; corro sul lato sinistro della strada, in modo da vedere le auto che mi vengono incontro e cerco di stare comunque su strade ben illuminate.

    Per il resto ottimi suggerimenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.