La playlist per stare solo con te stesso

Puoi correre in un bosco incantato o solo immaginarlo. L'importante è farlo con questa playlist.

Immagina di correre in un bosco in una luminosa giornata invernale. Il sole filtra tra gli alberi e ogni tanto si nasconde dietro un tronco. Riappare poco dopo e si nasconde ancora. I tuoi piedi si posano sull’ombra e poi sulla luce. C’è silenzio. C’è solo l’aria fredda che ti entra nelle narici e purifica i tuoi pensieri. È la mattinata ideale per essere solo con te stesso, per concentrarti sui pensieri, sul respiro e sulla natura attorno a te.

Se non puoi correre in un bosco così bello (ce ne sono, non solo nelle favole) puoi chiudere gli occhi. Puoi farlo nella penombra di casa, dopo aver corso, magari in un altro luogo. Lungo il tuo solito percorso, lungo strade che già conosci. Sei rilassato finalmente e la corsa ti sta restituendo quello che le hai dato. Immagina quel bosco e quel sole da cui sembra che tu ti stia nascondendo. Appare e scompare. Immagina il profumo della resina e degli abeti. Immagina che tutto quello sia solo per te. Perché solo tu in quel momento ne percepisci la forza e la natura.

Continua a tenere gli occhi chiusi e ascolta questa musica. Oppure vai in quel bosco e corri. Con questa nelle orecchie.

LEGGI ANCHE:
La playlist delle glorie del rock
CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.