Il riposo allenante

Tempo di lettura: 3 minuti

Sabato 26 ottobre nella sede Dorelan, a Forlì, si è tenuto il convegno “Sleep & Performance” in un contesto divulgativo che non lascia molto spazio a dubbi per definire l’importanza del riposo in relazione alle performance sportive.

Facile, dirai, Dorelan produce materassi!

Sì, è vero, e partiamo subito da qui dicendo che in un convegno della durata di 4 ore, si è parlato di prodotto per meno di 10 minuti. Semplicemente, l’azienda è partita da un concetto molto preciso: definire un comitato scientifico che metta le basi di partenza per la creazione di un prodotto. E, quando c’è un comitato scientifico e una ricerca, i risultati vanno oltre il marketing e diventano oggettivi, soprattutto in relazione all’autorevolezza del comitato.

I nomi dei componenti del comitato sono molto importanti e ricoprono un ruolo rilevante all’interno della comunità scientifica. Parliamo di Antonio La Torre (Direttore Tecnico Fidal e Presidente del comitato scientifico Dorelan), Jacopo Vitale (Ricercatore IRCCS dell’Istituto Ortopedico Galeazzi), Francesca Vitali (Psicologa dello Sport Università di Verona) e Giovanni Lombardi (Ricercatore IRCCS dell’Istituto Ortopedico Galeazzi e Professore dell’Università di Danzica). In aggiunta, hanno partecipato al convegno anche Davide Cassani (CT della nazionale italiana di ciclismo élite) e Costantino Bertuccelli (Docente di Corsi di formazione FITRI e Coni, Responsabile SIT FITRI).

La creazione di un prodotti diventa, in questo modo, funzionale all’utilizzo che se ne farà. Esattamente come avviene per un paio di scarpe che migliorano le tue performance: si studia, si raccolgono i dati e si realizza un prodotto che migliori quei dati. Questo prodotto si chiama Dorelan ReActive e, se vuoi saperne di più sulla ricerca, puoi partire da qui.

Sullo stesso argomento:
L'uomo che ha corso maratone ovunque

Il riposo del benessere e il riposo performante

Non ti nego che i temi trattati al convegno sono stati molto approfonditi. Si è parlato di abitudini, uso dei telefoni cellulari, ritmi circadiani, approcci mentali, biochimica e senza nemmeno un bignami che facesse il riassunto di tutto ma con la raccolta di ricerche che sostenevano dei punti ben precisi. Perché se il riposo è sicuramente legato al benessere, quando si parla di performance bisogna portare delle prove inequivocabili.

Sto ancora raccogliendo tutti gli appunti e te ne parlerò presto ma voglio lasciarti con qualche pillola veloce che ti faccia capire di cosa stiamo parlando.

Lo sapevi che?

Come nella tradizione della settimana enigmistica, ecco qualche spunto che arriva direttamente dal convegno “Sleep & Performance”:

1. Sapevi che un pisolino di 20-30 minuti ti permette di recuperare le energie mentre, se dormi 40 minuti o poco più, farai fatica a svegliarti perché intervengono cicli diversi?

2. E lo sapevi che le relazioni sociali “di persona” quando si fa sport sono da preferire all’utilizzo di smartphone e social media?

3. È consigliabile evitare allenamenti mattutini se, durante la notte, hai dormito poco.

4. Lo sapevi che l’attività motoria-sportiva regolare migliora l’attività cerebrale e innalza la concentrazione?

5. Sai qual è la temperatura che dovresti avere in camera di letto per riposare al meglio? 18-19°C!

Sullo stesso argomento:
Presentati i nuovi ASICS FrontRunner

6. Ultima, ma questa probabilmente l’avrai già intuita: se stai facendo molta fatica, la sentirai meno se sorridi! (Kipchoge lo insegna).

Come vedi si parla moltissimo di recupero e, all’interno di questo contesto, anche di sonno. La ricerca per la creazione di ReActive è stata importante anche per questo: ha preso in considerazione tutto l’ambito del recupero e dello stile di vita, in modo da dare indicazioni precise per realizzare un prodotto che ci permetta di riposare meglio.

 

(Credits immagine principale: olly18 on DepositPhotos.com)

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.