I 7 consigli per correre con il caldo afoso

Tempo di lettura: 4 minuti

Per tutti i runner l’estate è una stagione un po’ paradossale: le giornate si allungano, le temperature di alzano e dovremmo esserne più che felici, ma la sola idea di correre con il caldo afoso smonta anche gli atleti più entusiasti.

Il pensiero di correre con il caldo infatti scoraggia molti runner, ma non devi assolutamente rinunciare al tuo allenamento: basta seguire alcuni consigli per godersi la corsa anche in pieno agosto!

1.Corri con il caldo, ma non sotto il solleone

Anche in estate inoltrata, le prime ore del mattino rimangono le più fresche della giornata. Se ne hai la possibilità, quindi, evita il caldo afoso e allenati al mattino, subito dopo l’alba, magari prima di andare a lavoro.

Se invece la sveglia non è la tua migliore amica, scegli un orario serale, preferibilmente dopo le 20.00: c’è ancora luce ma il sole non surriscalda più l’aria.

2. Vestiti con intelligenza

Ogni stagione ha il suo outfit per la corsa: in estate, per correre con il caldo afoso, scegli pochi indumenti traspiranti, che agevolano la dispersione del calore corporeo.

Quindi, per gli uomini via libera a pantaloncini con spacchi laterali, mentre le donne possono sostituire la t-shirt con un top specifico per la corsa. Cerca sempre di indossare abiti chiari e soprattutto realizzati in tessuti tecnici, studiati proprio per agevolare l’evaporazione del sudore. Bandite le magliette di cotone, che trattengono il sudore e diventano veri e propri contenitori di acqua calda!

Sullo stesso argomento:
Hai mal di testa prima o dopo lo sport? Ecco le possibili cause

Evita anche i capi troppo aderenti, che non permettono all’aria di circolare intorno alla pelle.

Infine, cappellino sì o cappellino no? Anche in questo caso, dipende dal tessuto! Ricorda che la maggior parte del calore viene dissipata proprio dalla testa, quindi se vuoi indossare un cappello durante la corsa fai attenzione che sia di un tessuto tecnico traspirante.

3. Prima, durante e dopo: insomma, ricordati di bere!

Correre con il caldo afoso vuol dire iniziare a sudare anche prima ancora di iniziare l’allenamento: praticamente inizi a sudare al solo pensiero!

Quindi, è importante partire con una buona dose di idratazione: se corri la sera, cerca di bere almeno un litro e mezzo d’acqua durante la giornata, se invece sei mattiniero bevi un bicchiere d’acqua circa mezz’ora prima di iniziare l’allenamento.

Bevi anche durante la corsa, magari scegliendo percorsi che prevedano la possibilità di una sosta veloce ad una fontana o fontanella ogni due o tre chilometri. Se non hai questa possibilità di suggeriamo un “trucchetto”: fai come Pollicino! Dissemina lungo il percorso una o due bottiglie d’acqua, nascoste in punti facili da ricordare: si tratta di una pratica molto comune tra i runner più esperti!

Oppure, se raggiungi il luogo del tuo allenamento in macchina, puoi lasciare in auto una bottiglia d’acqua e tornare ogni tanto a bere.

Sullo stesso argomento:
Caffeina e corsa: ci sono controindicazioni?

Una volta terminata la corsa, bevi a più riprese, anche se non hai particolarmente sete.

Correre con il caldo afoso

4. Scegli bene il tuo percorso

Se decidi di correre con il caldo afoso durante le ore centrali della giornata (è sconsigliabile, ma a volte è l’unica soluzione), modifica il tuo percorso per evitare il più possibile zone eccessivamente assolate. Anche se vuol dire ripetere più volte lo stesso percorso, cerca di rimanere sempre in tratti ombreggiati: ricorda che, durante l’esposizione, il calore percepito aumenta e anche poche centinaia di metri sotto il sole possono mettere fine al tuo allenamento.

Se possibile, evita di correre in città: non ti stiamo dicendo di trasferirti in campagna per tutta l’estate (anche se…), ma cerca di evitare zone troppo cementificate e con molti palazzi, che trattengono il calore accumulato durante la giornata e lo riversano addosso ai poveri runner come noi. Quindi, se devi correre al caldo e in città, scegli parchi, viali alberati o, se ne hai la possibilità, un bel lungo mare.

5. Ricorda sempre di proteggerti

In spiaggia ti viene naturale proteggere la pelle con un buon filtro solare, perché non fare lo stesso durante la corsa? Usa una crema solare con un alto fattore protettivo (almeno 30SPF) su viso e spalle: anche se non te accorgi, durante la corsa sei esposto al sole per molto tempo!

Sullo stesso argomento:
Correre sull'asfalto? Ecco quello che devi sapere

6. Le temperature si alzano, le aspettative si abbassano

Correre con il caldo afoso vuol dire ridurre sia il passo che le aspettative: il tuo corpo è sottoposto ad un forte stress, perciò parti lentamente per far abituare il corpo in modo graduale all’innalzamento della temperatura. Se il caldo e l’umidità sono molto elevati, mantieni anche dopo la partenza un ritmo più lento rispetto al solito.

 correre con troppo caldo

7. Combatti il caldo anche a tavola

Anche con l’alimentazione puoi contribuire alla buona riuscita del tuo allenamento: in estate, evita o riduci al massimo gli alimenti come carni rosse, fritti e, più in generale i cibi grassi. Privilegia invece frutta e verdura di stagione. Nella stagione calda il corpo ha bisogno di più micronutrienti: frutta e verdura oltre ad apportare vitamine, ti aiutano a recuperare i minerali persi con al sudorazione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.