Corre da pacer, vince la maratona

Anche i pacer possono vincere una maratona? Certo, ed è successo ad Abu Dhabi

Articoli correlati

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

adidas Adizero Adios PRO: WTFast

adidas presenta la sua scarpa più veloce di sempre: la Adizero Adios PRO. Un concentrato di ricerca e tecnologia, con un'anima molto forte

Nike (M), la prima collezione pensata per la maternità

Nike ha pensato alla maternità di tutte le donne (atlete o meno) con una collezione dedicata a loro
Martino Pietropoli
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

Tempo di lettura: < 1 minutoConfessa: il tuo sogno è quello di vederti atterrare un elicottero in giardino dal quale scendono degli agenti dell’FBI che ti dicono “Lei è la nostra ultima risorsa: solo lei può salvare il mondo”. Oppure quello di vincere una maratona contro ogni pronostico o anche ogni più rosea previsione, dato che si sa, parliamo di uno sport in cui vincere è praticamente impossibile.

Il caso del kenyano Reuban Kipyego è un po’ particolare: le probabilità che ha di vincere una maratona non sono remote, essendo un runner professionista con tempi da favola.
Le modalità secondo cui ha vinto domenica scorsa la Abu Dhabi Marathon rendono però la sua impresa singolare, anche se non unica nel suo genere.

Fuori al 30°

I piani erano chiari: Kipyego avrebbe fatto da pacer per il gruppo di elite e al 30° km sarebbe uscito dalla competizione. Arrivato a quel punto ha invece avuto voglia di continuare. L’ha fatto. Ha vinto. In 2:04:40, un risultato davvero notevole con il quale ha fatto anche suo il premio di 100.000$ in palio.
La domanda ora sorge spontanea: ma un pacer può fare quello che ha fatto Kipyego? Sì, non c’è niente nel regolamento che vieti ai pacer di partecipare a una gara (ovviamente) e di portarla a compimento se vogliono. Che è quello che ha fatto lui.

Non è la prima volta

Vittorie come questa sono già accadute nella storia della maratona, anche se sono abbastanza rare. Nel 1994 Paul Pilkington fece da lepre alla Los Angeles Marathon ma dopo la fine del suo incarico decise di continuare per poi vincerla. Nel 2000 alla Berlin Marathon accadde invece che Simon Biwott decise che era in buona giornata e da pacer si trasformò in concorrente e vinse.

(Via Runnersworld.uk)

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!

Garmin Forerunner 745: tutto nuovo

Garmin ha presentato l'atteso Forerunner 745. Caratterizzato da altissimi contenuti tecnologici e funzionalità che aiutano ancora di più gli atleti.

Apple Watch si sdoppia ed è per tutti

Apple Watch arriva alla sua sesta versione. E mezzo.

Saucony Ride 13: correre in prima classe

Ammortizzate e confortevoli, grazie all'intersuola in PWRRUN e all'equilibrio, le Saucony Ride 13 sono perfette anche per le corse più lunghe
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

I test per misurare le prestazioni

In questa puntata di Fuorisoglia parliamo di quali test fare per capire le tue prestazioni nella corsa. Come sta il tuoi fisico? Come puoi migliorarti? Dal più semplice al più complesso, saprai tutto!

I test per conoscere meglio il tuo corpo

Una serie di test per conoscere meglio la tua condizione fisica

La prova dei 10 chilometri “tranquilli”

Un test molto interessante da svolgere su 10 Km - distanza che unisce velocità e resistenza - per misurare il risultato dei tuoi allenamenti senza caricare troppo.

6 consigli per correre al mattino presto

Non è facile svegliarsi presto al mattino e correre. Ma se segui questi consigli è più facile.