Catch&Bring Back: a caccia di “lepri” con Cascada

Una divertente esperienza in mezzo ai boschi trentini a caccia di "lepri". Ma senza sparare!

Tempo di lettura: 2 minuti

Vuoi mettere alla prova il tuo orientamento e il tuo fiuto in mezzo a un bosco? Potrai farlo con “Catch & Bring Back”, una divertente esperienza organizzata da Cascada che si svolgerà domenica 12 maggio in occasione degli Adventure Awards Days a Canale di Tenno (TN).

In coppia è meglio

Catch & Bring Back è un evento di trail running e trekking che sfiderà il tuo spirito di esplorazione e orientamento. Potrai partecipare solo in coppia e lo scopo è quello di “catturare” tre diversi checkpoints (LEPRI) sparsi sul territorio e riportarli alla partenza. Potrai scegliere tu il percorso e l’ordine secondo il quale riportare alla base le lepri.

Alla partenza riceverai una card che verrà timbrata ogni volta che catturerai una lepre e una mappa con l’indicazione della posizione dei 3 checkpoint e dei percorsi per raggiungerli. A te starà scegliere se farlo di corsa o a piedi, orientandoti secondo le tue capacità. Il timbro sarà l’unica prova dell’avvenuta “cattura”.

Facile no?

Come nel Monopoli potresti pescare la carta degli imprevisti e, si sa, in un bosco ce ne possono essere diversi. Come se non bastasse dovrai affrontare la gara in auto-sufficienza, senza l’ausilio di aiuti esterni e senza tagli di percorsi. Dopo la conquista di ogni checkpoint inoltre dovrai ripassare dal via per far verificare ai giudici la correttezza della tua conquista prima di procedere al checkpoint successivo.

Sullo stesso argomento:
Tornano gli Adventure Awards Days

Pronti?

Per iscriverti segui questo link oppure partecipa all’evento su Facebook. È richiesta l’affiliazione a un ente Coni. Se non ne sei in possesso puoi acquistare alla partenza la US-ACLI a 1,5 euro. Se decidi di provarci di corsa serve anche certificato medico valido, pena l’esclusione.

Saranno ammesse solo 25 coppie e la preiscrizione è obbligatoria.

 

 

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.