Due biscottini dopo il Natale ci stanno sempre

Tempo di lettura: 2 minutiSarai stanco degli auguri ma: AUGURIIIII!!!!!! Spero sia stato un Natale ricco di luce e magia e colgo l’occasione per augurarti l’anno che verrà proprio così: lucente, sfavillante, magico. Qui nella redazione di Runlovers ci abbiamo dato sotto con i biscotti e i film di Natale. Tra Love Actually, Ratatouille, Cinderella, Qualcuno salvi il Natale, Elf, Miracolo sulla 34.ma strada siamo ancora in pienissimo mood natalizio e non vogliamo smettere. Anzi se hai qualche titolo da consigliarci te ne saremo pure molto grati. Il programma è il seguente: Corsa, Film di Natale, leccornie da stuzzicare tra panettone, pandoro varie ed eventuali e pennichelle epocali con tanto di rivoli di bava alla bocca, altrimenti detti laghetti sognanti della felicità.

Su Runlovers sai che durante e dopo le feste non troverai mai articoli mortificanti che ti invitano a correre per smaltire ma solo razionalità e buon senso: goditi le feste e poi rientra con calma e consapevolezza alla tua routine bilanciata e sana (sottotitolo: se pensi di non averla/sei sicuro di non averla rivolgiti a un nutrizionista e non improvvisarti dietista/nutrizionista/dottore).

La razionalità perdila solo durante la visione dei film di Natale, promesso? Perché Babbo Natale esiste e per quanto tu voglia ostinarti a non crederci è quello che corre più veloce di tutti: come farebbe a consegnare regali in meno di dodici ore a tutti i bambini del Mondo? Babbo ed Elfi hanno solo da insegnarci sulla corsa a noi comuni mortali, tzè.

È da troppo tempo che non ti lascio una ricetta veloce, facile, sfiziosa e buonissima e voglio proprio rimediare con questi biscottini speziati buonissimi, famosissimi in tutto il Nord Europa ma soprattutto al Polo Nord. Pare che gli elfi ne facciano scorta per accumulare tutta l’energia necessaria. Più esageri con le spezie e più gustosi saranno. Perfetti per la colazione, il tè e uno spuntino veloce ti chiederanno tutti -non ho dubbi- la ricetta.

E correrai pure più veloce. Non fosse altro per arrivare a casa, buttarti sul divano e mangiarli (è un mio metodo infallibile, questo. Corro come un ghepardo se so che a casa ci sono i biscotti).

Pebernodder “noci pepate”

Si chiamano così perché hanno la forma di una noce.

200 grammi burro
200 grammi zucchero
425 farina
Un cucchiaino di lievito
Un cucchiaino di bicarbonato (io non lo metto)
75 ml di panna densa

Spezie: 1/2 cucchiaino di pepe bianco, due cucchiaini di cannella, un cucchiaino di cardamomo, 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano e quelle che ti piacciono di più. Improvvisa senza timore ed esagera con il pepe. Io metto anche l’anice stellato e un po’ di curcuma che male non fa, anzi!

Ne vengon fuori una quarantina e si conservano benissimo in una scatola di latta o in un ambiente asciutto e non umido.
Dopo aver lavorato l’impasto fallo riposare in frigo per 30 minuti. Cuoci 8-10 minuti a 200 caldo.

Avatar
Iaia Guardohttp://www.maghetta.it
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla ad Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? È figlia di un grande maratoneta. Ha pubblicato per Mondadori scalando le classifiche e donando alla Ricerca per il Cancro il suo ricavato. Continua a scrivere, disegnare, cucinare, fotografare inarrestabilmente.

Altri articoli come questo

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

Conosci la food obsession 2020?

Sì è lui: il dalgona coffee. La food obsession 2020 che ha fatto il giro del mondo. Tutto comincia in Corea ma a ben guardare affonda radici che riguardano anche i nostri ricordi.

L’insalata insolita con il gazpacho all’anguria

Un'insolita insalata fresca e incredibilmente buona. Anguria, fragole e pomodori sono gli ingredienti principali ma è il profumo di menta che li farà abbracciare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.