Arrivederci My Running Heart

Articoli correlati

Cibo Amore

Che abbiamo un corpo, possiamo pensarlo. Che siamo un corpo, forse, anche, con un piccolo sforzo. È il mezzo attraverso cui attraversiamo il mondo,...

Le mie corse sono beatamente libere dal risultato

Correre per il solo gusto di correre. Non è forse questo che ci fa tornare bambini?

Lasciarsi correre

Dice il poeta Rumi: “Inizia un enorme, insensato progetto, come Noè… non fa assolutamente nessuna differenza quello che la gente pensa di te”. Una fontana...

A volte la salvezza è in un viaggio senza valigia

Cosa portiamo con noi nel momento in cui usciamo a correre? Non solo scarpe, abbigliamento e acqua ma molto di più
Federica Sartini
Runner e Specializzanda in Psicologia Clinica, Federica è Referente Territoriale, Consigliere Esterno per Giovani Psicologi Lombardia. Si occupa di disturbi alimentari ed è appassionata di motivazione.

Tempo di lettura: 3 minutiÈ un po’ strano scrivere oggi e non so ben dire cosa ne uscirà. Un saluto, un arrivederci, in fondo è ciò che spero arrivi. Un enorme grazie ad ogni Running Heart che in questi mesi ha letto le mie parole. Credo di aver già detto che non do mai nulla per scontato e men che meno ho mai dato per scontato che alcune persone potessero trarre qualcosa dalla lettura di questa rubrica. Di sicuro ci ho messo tanto cuore, tanto del mio e di quello che mi avete restituito.

Come tutte le cose belle, è per caso che ho incontrato RunLovers e per caso ho iniziato a parlare con Sandro… per caso è nata un’idea, il resto è storia. Quanti doni ho ricevuto, voi non potete immaginarlo. Quanto bene, quanto amore, quanti grazie. Ma un grazie lo devo io a voi. Finisce un ciclo, è giusto così. Ho detto e ci credo che siamo il frutto di infinite trasformazioni, dei cambiamenti che ci accingiamo a fare, salti nel vuoto, qualche rischio forse, nuove corse e avventure; cosa saremmo senza evoluzioni, cosa saremmo se la vita fosse una strada dritta? Cosa saremmo senza torsioni? E se non avessimo paure da affrontare, sfide da superare? Saremmo morti.

Ma più vivi che mai, noi runner intenti a scarpinare, abbiamo tanto da fare. Credo che in fondo dobbiamo solo stare attenti a non girare in tondo, con l’illusione di progredire mentre incontriamo lo stesso punto. Certo non è questo il caso e la scrittrice che è in me lo sa bene; nemmeno sapevo ci fosse, ho pensato a volte e settimana dopo settimana ho scoperto nuove cose, che avevo tanto da dire e che il momento in cui mi sedevo davanti al computer e pensavo a cosa scrivere era uno dei più belli della mia vita tutta. Capite perché ringrazio? Perché è sempre attraverso gli altri che incrociamo nel cammino, che impariamo ciò che siamo. Senza di voi, sarebbe stato tutto un po’ più triste… e invece questa vita che spesso ho celebrato, mi ha fatto l’ennesimo dono e ho incontrato incredibili persone, cuori d’oro, nuove amicizie ad arricchire le mie giornate.

Spesso ci perdiamo dietro a quisquilie e sciocche cose e benedetti siano i momenti come questo, che saluti qualcosa che svanirà lontano e pensi, quanto è stato bello, come sono fortunato. E la fortuna, se così si può chiamare, ti spinge innanzi, chissà dove. Vera fortuna è aver occhi pronti a vedere ciò che ancora non vediamo, ad attendere ciò che speriamo, occhi di meraviglia, che forse è difficile lasciare ciò che è stato, ma accogliere a braccia aperte nuove cose è un senso della vita e il coraggio non mi è mai mancato. Magari ho arrancato, son caduta e mi sono disperata, ma in qualche modo mi sono alzata. Che siamo felici o pieni di guai, che siamo sorridenti o ci accompagna il pianto, mai sappiamo cosa porta con sé il domani e val la pena svegliarsi e rimanere vigili a guardare, val la pena esser desti in questa vita, fare un bel respiro e ascoltare ciò che risuona. E per il resto, lasciare andare. Che oltre c’è altra vita, altro amore.

A tutti i Running Heart, il mio, commosso, vi abbraccia. Finisce questa avventura e sono in attesa di quelle nuove che mi chiameranno a fare, scrivere, correre, sperare, amare.

Ci vediamo in giro, per le nostre strade. Grazie a voi e alla corsa che ha reso possibile cose mai nemmeno immaginate, tra le cose più belle che mi sia dato di vivere. Certe visioni sono da considerare, soprattutto quelle dove c’è cuore e se non ce n’è qua, ditemi voi dove mai lo possiamo trovare.

Che i cambiamenti siano sempre meravigliosamente pieni di tutti i sogni che vogliamo realizzare e sempre grazie dirò nel mio cuore alla vita che ci ha fatto incontrare.

 

(immagine principale: vladteodor95 on DepositPhotos)

- Advertisement -

Altri articoli

6 COMMENTS

  1. Hai scritto dei brani molto belli, nel corso di questa rubrica, a mio avviso. Hai la scrittura, con te.
    Un abbraccio.

  2. Grazie del tempo che hai dedicato a tutti e quindi un po’ anche a me, è sempre stato un vero piacere “ascoltarti”. Un grande in bocca al lupo per i tuoi progetti e per i tuoi sogni e ancora grazie.

  3. Ti seguivo da poco ma ho letto tutto quello che hai condiviso con noi. Ho letto tutta la tua passione nella vita, nelle persone di cuore.
    I tuoi pensieri mi hanno sempre aiutato tanto e fatto riflettere su tante cose.
    Sono io a ringraziare te.
    Sono contenta di averti trovato sulla mia strada e dispiaciuta che i nostri percorsi si separino, ma è giusto così.
    Ti auguro che le nuove avventure ti diano tante soddisfazioni.
    Grazie di cuore Federica Sartini 😘

  4. in boccalupo per le prossime avventure, cara Federica! e grazie per condividere le tue parole con noi! un forte abbraccio!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

New Balance Fresh Foam More v2 e Trail v1: do more

Su strada e fuori strada: New Balance presenta due importanti novità che promettono ammortizzazione, sicurezza e leggerezza

Lo strano caso delle scarpe LIDL

LIDL ha messo in vendita delle sneaker per cui tutti sono impazziti, fino a pagarle cifre assurde

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione

Il caldo può farti correre meglio

Correre con il caldo non è solo un ottimo allenamento mentale ma anche fisico: ecco perché, secondo la scienza

Brooks Glycerin 18, missione morbidezza e protezione

Più morbide, più leggere, sempre reattive e versatili: ecco la 18a versione delle Brooks Glycerin

Wilson Kipsang squalificato per 4 anni

Dopo le indagini, la sentenza: quattro anni di squalifica per Wilson Kipsang
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

La bici nell’Ironman

Per molti versi, la prestazione in un ironman si decide nella frazione in bici. Ecco come affrontarla, pianificarla e gestirla al meglio.

Correre con il caldo

Se non vuoi rinunciare a correre anche d'estate e col caldo, almeno fallo seguendo i consigli di RunLovers.