Siamo tutti dei drogati

Articoli correlati

Seguire le sensazioni

A volte è necessario togliere le cuffie, ascoltare il rumore dei nostri passi, cambiare strada e ascoltare solamente le nostre sensazioni. Vero?

3 suggerimenti per allenarsi con il caldo

Il caldo arriva - d'altra parte non ci sono più le mezze stagioni, no?! - e per allenarci dobbiamo correre ai ripari. Ecco 3 consigli molto utili sia per gli allenamenti che per le gare.

Affrontare la sfida continua con il tempo (e la sua relatività)

“Tutte le ragazze alla spunta” urla qualcuno dal microfono. Probabilmente è un giudice. La tensione è palpabile, ma per cercare di stemperare un po’...

Sei anche tu “Garmin dipendente”?

Potremmo anche dire "Polar dipendente", "Suunto dipendente", "Watch dipendente" o quello che vuoi. Il risultato non cambia: dipendi anche tu dai dati del tuo GPS? Provare a correre senza può essere un buon esercizio
Veronica Signorinihttp://veronicasignorini.wixsite.com/mynutritiontips
Nuota come un motoscafo, pedala come una moto e corre come se fosse inseguita da un'orda di zombie affamati. Veronica si definisce un'atleta (semi)professionista ma solo perché i semi li sta gettando per far crescere una carriera grandiosa nella triplice disciplina. Si dice sia sempre felice perché è in costante overdose da endorfine ma, in realtà, ha un segreto per la felicità molto ben custodito e te lo svelerà solo se vai più forte di lei. Quindi lo conoscono in 5 in tutto il mondo! ;)

Tempo di lettura: 2 minutiIo mi alleno tutti i giorni, per un minimo di 2 ore. Ci sono volte che mi alleno anche per 3 o 4 e almeno un giorno alla settimana mi riposo. Dopo ogni allenamento sono più o meno stanca, ma è difficile che sia di cattivo umore (a meno che non sia andato veramente male!!!).
Se sto ferma più di due giorni, al terzo sbrocco e mi rendo conto che l’umore peggiora sempre di più, fino a darmi quasi fastidio da sola.

A te è mai capitato di sentirti particolarmente euforico alla fine di un allenamento? Ti sei mai chiesto il perché?
Non preoccuparti non sei matto. Anzi, sei in buona compagnia!

I principali responsabili di questa sensazione di felicità ed euforia, sono le endorfine: sostanze chimiche prodotte dal cervello e dotate di una potente attività analgesica ed eccitante. La loro azione è simile alla morfina e ad altre sostanze oppiacee.
L’aspetto più affascinante ed interessante risiede nella loro capacità di regolare l’umore: durante situazioni particolarmente stressanti, come l’allenamento ad esempio, il nostro organismo cerca di difendersi rilasciando endorfine che da un lato aiutano a sopportare meglio il dolore e dall’altro influiscono positivamente sullo stato d’animo.

Le endorfine hanno dunque la capacità di regalarci piacere, gratificazione e felicità aiutandoci a sopportare meglio lo stress.
La sintesi di endorfine, aumenta in risposta all’esercizio fisico addirittura del 500%.

Hai capito adesso il perché ci sentiamo meglio dopo una seduta di allenamento?

Le endorfine avrebbero un ulteriore effetto positivo sulla performance sportiva migliorando la coordinazione dei movimenti e la reclutazione delle fibre muscolari. Inoltre, un po’ come il cioccolato, le endorfine portano a una certa dipendenza e pare sia proprio per quello che non riusciamo a stare fermi nemmeno un giorno!

Ma c’è un’altra chicca che vorrei svelarti. Il nostro corpo, oltre alle endorfine, produce anche endocannabinoidi, che sono la versione naturale dei THC, il principio attivo della marjuana. La differenza è che le endorfine sono prodotte da ghiandole specifiche, mentre gli endocannabinoidi possono essere prodotte da tutte le cellule del nostro corpo. I benefici sono pressochè gli stessi, cioè anche in questo caso si ha una riduzione della sensazione di fatica e di dolore in risposta allo stress al quale si è sottoposti.

Quindi rassegnamoci, siamo tutti dei drogati!

Altri articoli

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Brooks Adrenaline GTS 20, la stabilità è comodissima

La ricerca dell'equlibrio e della leggerezza in un tutto armonico: ecco le Brooks Adrenaline GTS 20

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Forse non tutti sanno che, running edition

Una serie di notizie e curiosità gustose e spassosissime tanto quanto inutili, ma non si può mica essere sempre seri, no?

U pani cunzatu (il pane condito siciliano)

U pani cunzatu, il pane condito della tradizione siciliana incredibilmente buono. Una preparazione povera diventata un'istituzione.

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.