“Quale GPS mi consigliate?”

È una delle domande che ci vengono poste più frequentemente. E ora cerchiamo di dare una risposta.

Se sei arrivato qui è perché questa domanda te la sei posta anche tu ma non preoccuparti: ci passiamo tutti, prima o poi. Sarà perché la tecnologia è entrata sempre di più nella nostra vita negli ultimi anni oppure perché cerchiamo un compagno di allenamento che ci dia qualche informazione in più rispetto alle app per il fitness che possiamo scaricare nel nostro smartphone. Rimane il punto fermo che questa è una delle domande più poste anche nel nostro Gruppo.

Non è facile però orientarsi tra tutti i prodotti presenti nel mercato e quindi abbiamo deciso di limitare la scelta su una fascia di prezzo attorno ai 200 euro e concentrandoci su una caratteristica principale: la presenza del sensore cardio al polso.

Per la selezione mi sono orientato sui tre principali brand che producono GPS da running (Garmin, Polar e Suunto), cercando di individuare tre prodotti che per fascia di prezzo e caratteristiche potessero essere assimilabili. C’è un grande assente, lo so, ma Tom Tom ha interrotto lo sviluppo degli sportwatch come abbiamo già comunicato lo scorso ottobre, pur avendo un prodotto molto interessante e con un prezzo abbordabile (che si trova ancora su Amazon).

LEGGI ANCHE:
Garmin Forerunner 610, made for runners

Ecco quindi i tre dispositivi che ti consigliamo con, alla fine, la nostra scelta.

Bene, agganciamo i satelliti e partiamo!

Garmin Forerunner 235

Lo vedi al polso della maggior parte dei runner, dai principianti a quelli più esperti. I suoi punti di forza sono l’interfaccia con la piattaforma Connect IQ, attraverso la quale si possono scaricare widget, quadranti e applicazioni. È il più anziano del terzetto – lanciato a fine 2015 – ma non paga particolarmente la sua “anzianità” dato che, come tutti gli altri dispositivi, ha funzionalità da smartwatch e activity tracker (tiene traccia dell’attività quotidiana e del sonno), sensore di frequenza cardiaca al polso, un chiaro display a colori e un’impermeabilizzazione che ti permette di usarlo in quasi tutte le condizioni.

Le sue caratteristiche principali sono una grande solidità, la facilità d’utilizzo e la possibilità di impostare qualunque tipologia di allenamento: il Forerunner 235 ti guiderà passo-passo per completare i tuoi lavori esattamente come previsto.

Il prezzo è di circa 220 euro su Amazon.

Adatto per chi vuole un GPS facile, veloce, completo, solido e con moltissime funzionalità. Va bene per ogni tipo di runner e anche per chi vuole praticare ciclismo (e utilizza sensori di cadenza e velocità).

LEGGI ANCHE:
Garmin Forerunner 230, 235 e 630. Tutti nuovi

Polar M430

I dispositivi Polar erano famosi per la loro precisione nel rilevamento della frequenza cardiaca ma sono entrati nel mondo del GPS un po’ in ritardo. L’M430 è un dispositivo semplice e facile da usare. Ha un aspetto particolare che ti può piacere, oppure no ma, per le sue funzionalità, è un’ottima scelta.

Come il Forerunner ha la possibilità di customizzare gli allenamenti attraverso la sua piattaforma specifica, registra la frequenza cardiaca al polso e funziona come activity tracker ma non sono disponibili tutte le app che invece ha il dispositivo di Garmin.

È un GPS stabile e affidabile, sia nei dati che nell’utilizzo quotidiano

Il prezzo su Amazon varia da circa 160 euro a 180 in base al colore e alla misura che scegli.

Adatto per chi vuole risparmiare al massimo ma non vuole rinunciare a tutte le funzionalità essenziali.

Suunto Spartan Trainer Wrist HR

È il più bello e il più giovane del gruppo, lanciato alla fine del 2017. Ha vinto premi per il suo design e, in aggiunta rispetto agli altri dispositivi, va bene anche per fare triathlon (con gli altri puoi fare allenamenti anche di bici o nuoto ma non supportano il multisport).

LEGGI ANCHE:
Guida all’acquisto – minimal / natural / barefoot

Diversamente da Garmin e Polar in questo dispositivo non è possibile impostare allenamenti creati da noi ma soltanto i lavori a intervallo.

Con un prezzo a partire da circa 220 euro anche in questo caso l’investimento varia in base alla scelta del modello.

Adatto per chi vuole un dispositivo bello da vedere, adatto anche al triathlon e non ha particolari interessi nella programmazione degli allenamenti.

La nostra scelta: Garmin Forerunner 235

La completezza delle funzionalità e la solidità nell’uso sono le sue principali caratteristiche che, a 3 anni di distanza dal lancio, lo rendono ancora la miglior scelta per chi vuole acquistare il suo primo GPS con sensore cardio al polso e per tutti coloro abbiano la necessità di un dispositivo che li accompagni in ogni allenamento e nella vita di tutti i giorni.

 

 

 

CONDIVIDI
Sandro Siviero (detto BIG): vive, lavora, scrive e corre in una località sconosciuta a tutti, localizzata dall'intelligence in una non meglio definita area nelle terre di Mordor. Big è una sorta di entità grigia che tutto vede e tutto controlla. Essere mitologico, ai collaboratori di RunLovers è concesso vederlo solo in occasione delle festività nazionali della Papuasia e solo in fermo immagine. Cioè mentre corre.
 Qua dentro è quello che decide chi vive e chi muore e, per questo, noi lo amiamo di un amore disinteressato e spontaneo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.