Le patate casalinghe alla giapponese

Articoli correlati

Cosa c’è per cena? Il banana bread

Inizia una nuova rubrica che parla di cibo non solamente dal punto di vista nutritivo ma anche come appagamento dopo un allenamento, e risponde alla domanda "cosa c'è per cena?"

L’insalata di ananas e tacchino

Un'insalata con tacchino, ananas e tante delizie servite in modo semplice ma sorprendente.

Il latte di mandorla siciliano

Sorseggiato con del ghiaccio sotto il patio e un libro in mano guardando le onde. Ecco la vera Estate siciliana

L’alimentazione dopo l’allenamento

In che maniera e con cosa bisogna alimentarsi dopo un allenamento? Vediamo nel dettaglio come gestire l'allenamento anche nell'alimentazione
Iaia Guardohttp://www.maghetta.it
Si dice che, all'inizio, Lewis Carroll avesse scelto lei e che il romanzo si intitolasse Maghetta nel Paese delle Meraviglie ma lei, volendo rimanere nell'ombra per continuare i suoi progetti di conquista del mondo, rifiutò la parte di protagonista per lasciarla ad Alice. Dalle pendici dell'Etna, Maghetta cucina, fotografa, disegna e continua a progettare la conquista del mondo; infatti le sue giornate durano circa 144 ore (12 al quadrato). Per reggere questi ritmi infernali corre tutti i giorni almeno per un'ora, poteva essere altrimenti? È figlia di un grande maratoneta. Ha pubblicato per Mondadori scalando le classifiche e donando alla Ricerca per il Cancro il suo ricavato. Continua a scrivere, disegnare, cucinare, fotografare inarrestabilmente.

Tempo di lettura: 2 minutiChe la cucina giapponese non sia solo sushi lo sappiamo, fortunatamente tutti (un moto d’ottimismo in questa grigia mattina). Nei sushi bar giapponesi il sushi shokunin (maestro di sushi) porge al cliente che gli siede davanti i nighiri sushi e mentre  pasteggia lentamente con rispetto come fosse un vino d’annata dall’altra parte del banco si preparano altri due piccoli capolavori. Il sushi è un movimento lento, poetico e artistico non tre barconi all’all you can eat. E se leggi della disapprovazione, sì. Mi dispiace sempre moltissimo veder mortificato uno dei cibi che amo di più. Perché tutta la storia, la lentezza, la cura, la rara bellezza è stata messa alla mercé di tutti senza ritegno. La professione del sushi shokunin è difficile e faticosa. Un percorso che dura dieci anni. L’aspirante sushi shokunin per due anni deve solo guardare il maestro e lavare i piatti; niente altro. Che poi se ci pensiamo bene è un po’ come quando noi italiani ci arrabbiamo vedendo spaghetti in scatola o scotti o preparati senza cura. Il sushi dovrebbe essere un momento lento e soprattutto un’occasione speciale. In casa non si mangia di certo il sushi e la cucina giapponese vanta delle ricette di rara bellezza; alcune molto elaborate e altre semplici eppure di una bontà particolare. In questi mesi ne faremo alcune insieme e oggi vorrei cominciare proprio da quella che è una vera e propria istituzione. Non c’è bimbo giapponese che non sia cresciuto mangiando spesso queste patate casalinghe. Non c’è bisogno di chissà che indicazione. Patate lesse, maionese (quella giapponese è un po’ diversa dalla nostra ma andrà bene quella che riesci a trovare), un pochino di prezzemolo tritato e dei tocchetti di spalla di maiale cotto nell’olio di riso. Un pizzico di wasabi ci sta bene e deve essere servita fredda. Molti mettono il prosciutto cotto direttamente ma con la spalla a tocchetti croccante è un’altra cosa.

- Advertisement -
- Advertisement -

Altri articoli

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

News più recenti

L’intelligenza di chi corre

Per uscire dalla zona comfort puoi spaccarti di allenamenti oppure essere curioso e leggere libri o ascoltare musica o vedere film. O fare tutto questo, assieme

Brooks Hyperion Elite 2: versione definitiva

Quando, all’inizio di febbraio, Brooks ha presentato la famiglia Hyperion (ne trovi la descrizione qui), già si sentiva nell’aria il fatto che avrebbero presentato...

Riparte Fuorisoglia, riparti tu!

Riprende il nostro podcast “Fuorisoglia”: tante le novità che ti sveleremo nelle prossime settimane e sempre lo stesso divertimento!

Iniziare a correre da zero

Iniziamo un progetto in 6 "puntate" che ci accompagnerà alla My Deejay Ten di ottobre. E iniziamo dall'inizio: come iniziare a correre. Iniziamo? ;)

Riprendi a correre velocemente

Ricominciare a correre dopo le vacanze, il lockdown o un periodo di fermo è facile: basta seguire queste semplici regole

La regola dell’85%

A volte devi dare quasi il massimo per ottenere il massimo. Si chiama "La regola dell'85%" e sembra un paradosso. Ma non lo è.

Conosci te stesso per ripartire meglio

Ogni tanto è giusto fare il punto della situazione: come stai fisicamente? Sei pronto a fare il passo successivo? Come puoi saperlo? Facendo dei test e qui li trovi tutti!
- Advertisement -

Scelti dalla redazione

Ti scrivo su Telegram

Nasce il canale ufficiale Runlovers su Telegram. Lì ti avviseremo in tempo reale sull’uscita di nuovi post, news, appuntamenti e approfondimenti.

Gli effetti dello sport sul tuo cervello

Perché fare sport fa bene al tuo cervello? Perché lo stimola e lo fa "crescere". Ecco come.