Nike running Utility, tutto quello che ti serve per correre al buio e al freddo

Dettagli riflettenti e tessuti impermeabili: ecco come affrontare l'inverno con Nike

Quante volte abbiamo sentito dirci che d’inverno si smette di correre perché fa troppo freddo e c’è brutto tempo? Troppe volte. Invece è un peccato non sfruttare l’autunno e l’inverno anche per i loro lati positivi, che sono molti poi: correre con la pioggia, correre col freddo e correre al buio. E soprattutto non bisogna dimenticare che correre con la temperatura giusta permette di ottenere migliori prestazioni, perché si sa che al caldo si rende meno e che i 13-15° sono le temperature migliori per non soffrire e rendere quindi al meglio.

Quindi se c’è tanto freddo basta coprirsi adeguatamente per raggiungere quelle “temperature di esercizio”, non dimenticando mai la regola dei 10°C: bisogna aumentare la temperatura esterna di 10°C per capire quanta ne percepirai durante la corsa.

Con l’abbigliamento giusto è facile regolarsi e allenarsi nelle condizioni ottimali e non a caso Nike ha chiamato la sua collezione invernale di abiti e scarpe “Running Utility”, cioè tutti gli strumenti che ti servono per correre bene tenendoti alla temperatura giusta e proteggendoti da neve, vento e pioggia.

La collezione è completa di tight, pants, giacche, antivento, maglie e tute riflettenti fra cui una femminile interamente argentata che è letteralmente spaziale. E ovviamente scarpe, in versione invernale e impermeabile: Nike Air Zoom Pegasus 35 Shield, Nike Odyssey React Shield, Nike Free Run Shield 2018 e Nike Vapormax Shield.

LEGGI ANCHE:
‎Mizuno Synchro‬ MX, armonia degli opposti

La trovi nei migliori negozi o direttamente sul sito Nike.

 

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.