L’importanza della forza nella corsa e nello sport

Articoli correlati

Seguire le sensazioni

A volte è necessario togliere le cuffie, ascoltare il rumore dei nostri passi, cambiare strada e ascoltare solamente le nostre sensazioni. Vero?

3 suggerimenti per allenarsi con il caldo

Il caldo arriva - d'altra parte non ci sono più le mezze stagioni, no?! - e per allenarci dobbiamo correre ai ripari. Ecco 3 consigli molto utili sia per gli allenamenti che per le gare.

Affrontare la sfida continua con il tempo (e la sua relatività)

“Tutte le ragazze alla spunta” urla qualcuno dal microfono. Probabilmente è un giudice. La tensione è palpabile, ma per cercare di stemperare un po’...

Sei anche tu “Garmin dipendente”?

Potremmo anche dire "Polar dipendente", "Suunto dipendente", "Watch dipendente" o quello che vuoi. Il risultato non cambia: dipendi anche tu dai dati del tuo GPS? Provare a correre senza può essere un buon esercizio
Veronica Signorinihttp://veronicasignorini.wixsite.com/mynutritiontips
Nuota come un motoscafo, pedala come una moto e corre come se fosse inseguita da un'orda di zombie affamati. Veronica si definisce un'atleta (semi)professionista ma solo perché i semi li sta gettando per far crescere una carriera grandiosa nella triplice disciplina. Si dice sia sempre felice perché è in costante overdose da endorfine ma, in realtà, ha un segreto per la felicità molto ben custodito e te lo svelerà solo se vai più forte di lei. Quindi lo conoscono in 5 in tutto il mondo! ;)

Tempo di lettura: 2 minutiPerché ogni volta che vado in palestra, sento il bisogno di farmi una foto e postarla sui social?! Arrivo in palestra, inizio a fare gli esercizi e tac! Prima o poi la foto ci scappa. Tra l’altro sono tutti selfie e tutti molto simili fra loro; per la serie, la fantasia prima di tutto!!!

Il problema è che i minuti tra una ripetuta e l’altra sembrano infiniti e altrimenti le sedute diventano lunghe e noiose. Così: click! Una, due, tre, mille foto e nemmeno una decente. Ma va beh, quello è un altro discorso.

Il fatto è che la palestra in inverno la frequento due volte a settimana perché è il periodo della preparazione dedicato alla forza.

Per definizione, la forza muscolare è quella capacità motoria che permette di vincere una resistenza o di opporvisi tramite lo sviluppo di tensione da parte della muscolatura e si distinguono tre forme fondamentali di forza: massimale, resistente e forza rapida o veloce.

La forza massimale è la forza più elevata che il sistema neuromuscolare è in grado di sviluppare, ovvero è il carico massimo per una ripetizione in ogni esercizio. La forza resistente è quella capacità dell’organismo di opporsi alla fatica. In pratica è la resistenza a carichi superiori al 30% del proprio massimale. Allenare questo tipo di forza significa eseguire ripetizioni multiple, generalmente più di 25. La forza rapida o veloce rappresenta la capacità di superare resistenze il più velocemente possibile.

Ma qual è il motivo principale per cui è fondamentale per costruire una prestazione? Non di certo per diventare più “grossi”!

Di motivi, in realtà, ve ne darò ben quattro.

Per prima cosa, l’esecuzione degli esercizi di forza implica la contrazione coordinata di un gran numero di muscoli (praticamente tutto il corpo) e il movimento simultaneo di più articolazioni: per sollevare dei carichi è necessaria una grande coordinazione degli sforzi, sia dei singoli muscoli (coordinazione intramuscolare) che tra muscoli diversi (coordinazione intermuscolare). Al migliorare di queste qualità, la forza aumenta anche senza grandi cambiamenti alla struttura fisica.

Secondo motivo: fa bene alle ossa. Con il passare degli anni un insieme di fattori e modificazioni fa sì che il deposito di minerali nelle ossa venga rallentato, con l’aumento del rischio di malattie come l’osteoporosi, in particolar modo nelle donne. Allenare la forza, invece, favorisce l’aumento della densità ossea.

Terzo motivo: l’incremento della massa magra rappresenta un forte stimolo per le attività metaboliche. Più muscoli abbiamo e più calorie consumiamo nel corso della giornata, indipendentemente dall’età, dalla funzionalità tiroidea e dal livello di attività fisica. Il muscolo, infatti, è un tessuto vivo, in continuo rinnovamento e con richieste metaboliche quasi dieci volte superiori rispetto al tessuto adiposo. Inoltre, un miglior tono muscolare aiuta a bruciare maggiori calorie anche durante l’attività fisica. Mentre facciamo sport il nostro metabolismo aumenta notevolmente e permane elevato anche per diverse ore dal termine dell’allenamento (fino a 72 ore dopo un’allenamento di forza particolarmente intenso).

Infine, fa bene al cuore. Anche il cuore è un muscolo, e in quanto tale l’esercizio lo mantiene in forma, allenandolo a pompare efficientemente il sangue in tutto il corpo. Ma, se l’efficacia delle attività aerobiche per il cuore è ormai un dato di fatto, è stato dimostrato che anche gli esercizi di forza resistente hanno un impatto positivo sul sistema cardiovascolare perché aiutano a migliorare la pressione del sangue e il funzionamento dei vasi sanguigni. Migliorando il metabolismo, permettono inoltre di perdere peso più velocemente e ricavare maggiori benefici dall’attività aerobica.

Quindi, da domani, tutti a farsi i selfie in palestra!

 

 

Photo by Kyle Johnson on Unsplash

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Brooks Adrenaline GTS 20, la stabilità è comodissima

La ricerca dell'equlibrio e della leggerezza in un tutto armonico: ecco le Brooks Adrenaline GTS 20

Si farà la maratona di New York?

Il sindaco Bill de Blasio, comprensibilmente, dà risposte evasive

Forse non tutti sanno che, running edition

Una serie di notizie e curiosità gustose e spassosissime tanto quanto inutili, ma non si può mica essere sempre seri, no?

U pani cunzatu (il pane condito siciliano)

U pani cunzatu, il pane condito della tradizione siciliana incredibilmente buono. Una preparazione povera diventata un'istituzione.

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.