Leggings Wild Tee, per dire con tutta te stessa come sei

Esprimi con le grafiche dei leggings Wild Tee la tua natura più intima

Wild Tee è un marchio italiano nato con due missioni che lo rendono unico: essere originale nelle grafiche ed esprimere visivamente lo spirito di chi indossa i loro capi. Con il loro abbigliamento non ci corri e basta ma comunichi la tua natura più intima.  – .

Wild Tee è nata producendo inizialmente abbigliamento da trail ma nel tempo ha arricchito il proprio catalogo che ora ha davvero di tutto. Si è sempre distinta intelligentemente per l’uso di una grafica molto aggressiva per raccontare con il segno la natura di chi indossa i suoi capi: aquile, orsi, lupi di montagna disegnati sempre in maniera molto espressiva da Matteo Narni Mancinelli.

Ora la collezione si arricchisce di un altro capo: i leggings donna con due grafiche più sottili e – giustamente – femminili del solito: delle nuvole e delle felci. E anche in questo caso non si tratta solo di decorazioni ma di una vera e propria dichiarazione di intenti: le nuvole per rappresentare la leggerezza che ti dà un’attività come lo yoga e le felci per affermare il contatto con la natura.

LEGGI ANCHE:
A ciascuno il suo. (occhiale)

Non c’è solo estetica però in questi nuovi prodotti. La fascia alta nasconde infatti una tasca interna in cui riporre il cellulare o le chiavi. Per andare al parco a salutare il sole, a fare esercizi o semplicemente a camminare e correre.

È bello anche ricordare un’altra particolarità dei capi Wild Tee. Il brand aderisce infatti a 1% For the Planet, un’organizzazione no-profit che raccoglie fondi per sensibilizzare e promuovere iniziative di salvaguardia del pianeta.
L’1% delle vendite viene quindi destinato al pianeta: un modo per dire grazie per la diversità e la bellezza disegnata sui capi Wild Tee sotto forma di animali e dettagli naturali.

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.