La scienza della maratona

Perché siamo così pazzi da correre per 42195 metri? Perché l'uomo è l'unico animale a resistere così tanto nella corsa? Ecco alcune risposte scientifiche

Perché l’uomo ama farsi così tanto male da correre per 42195 metri (e anche molti di più a volte, a dire il vero)? Perché fra tutti gli animali solo noi corriamo così a lungo tanto da sfidare persino i cavalli in gare di resistenza, vincendole pure qualche volta? Perché abbiamo i glutei?

Quando sei sulla linea di partenza di una maratona ripensi a tutta la preparazione e ti chiedi se basterà, se avrai fatto abbastanza. Ora è il momento di dimostrarlo. Sappi che quella preparazione non è durata settimane e mesi ma millenni. Gli umani si sono evoluti per arrivare preparati a questa prova nel corso di centinaia di migliaia di anni.

Questo video molto ben fatto di PBS ti spiega come è possibile riuscirci e perché la nostra struttura fisica è progettata per sopportare le prove di endurance.

Perché la maratona non è una scelta: è un destino, che magari non tutti scoprono ma che esiste, latente in ognuno di noi.

CONSIGLIO: il video è in inglese, ma puoi vederlo sottotitolato in italiano scegliendo fra le opzioni (in basso a destra, la rotellina dentata, i sottotitoli english>>italian). Buona visione!

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.