Italy can dance (and run)

La dance italiana ha una storia gloriosa, successi planetari e deejay che fanno ballare il mondo. È ora di correrla!

Anche se è quasi sempre cantata in inglese, la dance italiana, i remix di canzoni famose e le invenzioni sonore dominano le scene mondiali ormai da qualche decennio.

Magari oggi il successo dei nostri deejay non è ai livelli di anni fa ma molti di loro hanno fatto la storia e soprattutto hanno ispirato tanti deejay oggi famosissimi. E parlo di Stylophonic, Molella, Spiller, Claudio Coccoluto, The Bloody Beetroots e tanti altri.

Tantissime canzoni le (ri)conoscerai, di altre penserai “Ma dai, è italiana pure questa?”. Ebbene sì, tutte italiane. Perché Italians do it better.

(Photo by Aditya Chinchure on Unsplash)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.