Italy can dance (and run)

La dance italiana ha una storia gloriosa, successi planetari e deejay che fanno ballare il mondo. È ora di correrla!

Anche se è quasi sempre cantata in inglese, la dance italiana, i remix di canzoni famose e le invenzioni sonore dominano le scene mondiali ormai da qualche decennio.

Magari oggi il successo dei nostri deejay non è ai livelli di anni fa ma molti di loro hanno fatto la storia e soprattutto hanno ispirato tanti deejay oggi famosissimi. E parlo di Stylophonic, Molella, Spiller, Claudio Coccoluto, The Bloody Beetroots e tanti altri.

Tantissime canzoni le (ri)conoscerai, di altre penserai “Ma dai, è italiana pure questa?”. Ebbene sì, tutte italiane. Perché Italians do it better.

(Photo by Aditya Chinchure on Unsplash)

CONDIVIDI
Martino Pietropoli (detto Tino Mar): la creatura Tino Mar, risultato di un esperimento riuscito non troppo bene, ha un suo laboratorio, ovviamente segreto, dal quale escono i progetti più disparati. L'importante è che siano barefoot. Appare come un tranquillo e serio professionista ma quando vede una scarpa a drop 0 perde il controllo ed esce a provarla correndo per strada. Prima però ha l'accortezza di annunciarlo su twitter. Condivide con BIG la possibilità di correre in fermo immagine ed è per questo l'altra faccia della stessa medaglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.