Il ritorno alle gare

Articoli correlati

Seguire le sensazioni

A volte è necessario togliere le cuffie, ascoltare il rumore dei nostri passi, cambiare strada e ascoltare solamente le nostre sensazioni. Vero?

3 suggerimenti per allenarsi con il caldo

Il caldo arriva - d'altra parte non ci sono più le mezze stagioni, no?! - e per allenarci dobbiamo correre ai ripari. Ecco 3 consigli molto utili sia per gli allenamenti che per le gare.

Affrontare la sfida continua con il tempo (e la sua relatività)

“Tutte le ragazze alla spunta” urla qualcuno dal microfono. Probabilmente è un giudice. La tensione è palpabile, ma per cercare di stemperare un po’...

Sei anche tu “Garmin dipendente”?

Potremmo anche dire "Polar dipendente", "Suunto dipendente", "Watch dipendente" o quello che vuoi. Il risultato non cambia: dipendi anche tu dai dati del tuo GPS? Provare a correre senza può essere un buon esercizio
Veronica Signorinihttp://veronicasignorini.wixsite.com/mynutritiontips
Nuota come un motoscafo, pedala come una moto e corre come se fosse inseguita da un'orda di zombie affamati. Veronica si definisce un'atleta (semi)professionista ma solo perché i semi li sta gettando per far crescere una carriera grandiosa nella triplice disciplina. Si dice sia sempre felice perché è in costante overdose da endorfine ma, in realtà, ha un segreto per la felicità molto ben custodito e te lo svelerà solo se vai più forte di lei. Quindi lo conoscono in 5 in tutto il mondo! ;)

Tempo di lettura: 2 minutiMamma mia che fine settimana quello del Grand Prix Italia di Triathlon! Il primo weekend di gare “serie” di stagione è andato. Ma che fatica! Due anni di lontananza dall’attività di alto livello ed il mondo è completamente cambiato. Nuotano tutte come delle assassine, pedalano forte e corrono ancora di più.

Nonostante questo, però, il trauma peggiore è stato essere la più anziana tra le partenti. Ti dico solo che l’età media era 20 anni. Anno di nascita 1998. Le più giovani del 2000.
Ma come è potuto succedere che il tempo passasse così alla svelta?

Mi sembra di aver iniziato a far triathlon l’altro giorno.
Mentre mi schieravo sulla linea di partenza pensavo a quando ho iniziato. A quando ero una giovane triathleta di belle speranze che si affacciava al mondo della triplice e a poco a poco scopriva le gioie (molte) ed i dolori (altrettanti, se non di più) di questa disciplina.

Risultato? Sul quel pontone avevo il cuore che batteva a mille e per la prima volta in 29 anni d’età ero agitatissima per una gara. Ovviamente tutta questa ansia (chissà per cosa poi), mi ha portato a fare errori da scuola triathlon e a qualificarmi per il rotto della cuffia.

Un colpo al cerchio ed uno alla botte.

La domenica infatti è andata meglio, ma l’essere fuori dal giro per così tanto tempo, ha fatto si che non mi ricordassi più come ci si sentisse a queste intensità.
Dici che anche “l’anzianità”, confrontata con la freschezza delle mie avversarie, abbia giocato un ruolo fondamentale?

Mi piace però guardare il bicchiere mezzo pieno: per crescere, bisogna confrontarsi con i migliori e nonostante abbia cambiato vita, nonostante non faccia più la triathleta a tempo pieno e nonostante mille altre scuse, mi sono divertita.
Mi è servito a capire su cosa devo lavorare e su cosa devo migliorare. Ma soprattutto, ripeto, mi sono dannatamente divertita.

Dici che si tratta dei primi sintomi di demenza senile?

Altri articoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News più recenti

Nike Alphafly NEXT%: le scarpe dell’uomo più veloce del mondo sono in vendita

Dai piedi dell'uomo più veloce del mondo alla strada: le Nike Alphafly Next% del record di velocità sono in vendita

I vostri fuori soglia

Nella precedente puntata ti avevamo chiesto di raccontarci i tuoi fuorisoglia, quando cioè ti sei trovato in territorio sconosciuto, in tutti i sensi. Ecco sei dei vostri racconti.

Centrifugato, mon amour!

Cetriolo, Sedano e lime ma anche Anguria, fragole e pomodoro. Due centrifugati buonissimi!

Economia di corsa: l’importanza del gesto e della tecnica

È il modo migliore per andare più veloce e con meno fatica e si riassume in un solo concetto: migliorare l'economia di corsa.

Quando sei andato fuorisoglia?

Andare fuorisoglia significa uscire dalla tua zona comfort. In questa puntata raccontiamo quando ci è capitato e ti chiediamo di raccontarci quando è successo a te

La corsa fa male alle ginocchia?

Hai male alle ginocchia? Colpa tua che corri! E invece no: non è detto e la corsa potrebbe essere l'ultimo problema

Il nuovo spot Nike per dirci che ci rialzeremo

Nike ha fatto un nuovo spot in cui non parla dei suoi prodotti ma della sua visione del mondo. E dice che i campioni sono quelli che non smettono mai di sperarci. E tu sei così?

Scelti dalla redazione

Le app per allenarsi bene

App ce ne sono moltissime ma quali scegliere per rendere il nostro allenamento più facile ed efficace? Ecco la selezione delle nostre preferite.

Come scegliere il portacellulare per correre

Il cellulare è ormai un accessorio indispensabile per i runner: da chi lo utilizza per monitorare i propri progressi a chi non rinuncerebbe mai...

Un programma di allenamento per ogni obiettivo

Tutti i programmi di allenamento: dalla 10K alla maratona e 4 tabelle extra per migliorarti.